Nba: problemi cardiaci, LaMarcus Aldridge lascia il basket: «Devo pensare alla mia salute»
di Massimo Sarti

Nba: problemi cardiaci, LaMarcus Aldridge lascia il basket: «Devo pensare alla mia salute»

«Scrivo questa lettera con il cuore pesante». Così LaMarcus Aldridge, campione da quasi 20mila punti segnati nell'Nba, che proprio a causa di problemi cardiaci è stato costretto ad annunciare il ritiro dal basket giocato, a 35 anni e a poche settimane dall'approdo ai Brooklyn Nets, franchigia con ambizioni da titolo.

 

 

La sua ultima partita è stata quella di sabato, persa in casa contro i Los Angeles Lakers. È proprio Aldridge a scrivere, in una lettera postata sui propri canali social, quello che gli è successo: «In quella gara ho avuto problemi di aritmia. Nel corso della notte il battito accelerato è peggiorato e mi sono preoccupato ancora di più. La mattina seguente ho spiegato cosa mi fosse successo alla squadra, che mi ha portato in ospedale a fare tutti i controlli del caso. Ora sto meglio, ma quello che è successo con il mio cuore è stata una delle esperienze peggiori che mi potessero capitare. Ho così preso la difficile decisione di ritirarmi dall'NBA. Per 15 anni ho messo il basket al primo posto, ora è giusto mettere al primo posto la mia salute e la mia famiglia».

 

Nato a Dallas, ala centro di 211 cm, LaMarcus Aldridge ha giocato a Portland dal 2006 al 2015 e poi a San Antonio sino a poche settimane fa. Con i Brooklyn Nets ha fatto a tempo a disputare pochissimi incontri. Nella sua carriera ha partecipato per sette volte all'All Star Game.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Aprile 2021, 18:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA