Kobe Bryant, nell'incidente morta Alyssa Altobelli: compagna di squadra di Gianna Maria, era con la mamma e il papà

Nel drammatico incidente in elicottero in cui sono morti Kobe Bryant e sua figlia Gianna Maria altre sette persone hanno perso la vita. Tra queste Alyssa Altobelli, compagna di squadra della figlia tredicenne dell'ex campione dell'Nba che viaggiava con la mamma e il papà. Tra le vittime anche l'allenatrice Christina Mauser, mentre continua l'identificazione dei resti degli altri passeggeri. 

Leggi anche > Kobe Bryant, i commenti choc su Twitter: «Era uno stupratore». Cosa è successo nel 2003
 Morte Kobe Bryant, LeBron James scoppia a piangere in aeroporto a Los Angeles. Il video che commuove




La ragazza era sull'elicottero insieme al padre John Altobelli, 56enne coach di baseball dell'Orange Coast College, e la madre Keri. Lo ha confermato Tony Altobelli, fratello del coach, alla Cnn. Gianna e la figlia di Altobelli erano compagne di squadra alla Mamba Academy. Gli Altobelli lasciano altri due figli: una ragazza di qualche anno più grande di Alyssa e il primogenito. 

Leggi anche > Morte Kobe Bryant, il tributo dei fan davanti allo Staples Center di Los Angeles


 
In un messaggio pubblicato su twitter dal giornalista sportivo Steve Fryer ha mostrato il centro e i collaboratori di Altobelli devastati dalla notizia della morte del coach con la figlia Alyssa e la moglie. 
 

Alyssa era una compagna di squadra di Gianna nell'accademia sportiva con sede a Thousand Oaks, dove era allenata dallo stesso Kobe. La famiglia Altobelli viaggiava regolarmente con i Bryant verso esercitazioni e partite, ha confermato Ron La Ruffa , vice allenatore dell'OCC . «Era una cosa che John faceva abitualmente, volando con Kobe per partecipare alle partite con sua figlia», ha detto Ron alla CNN. 

Leggi anche > Kobe Bryant, com'è caduto l'elicottero: forse colpa della nebbia. «Strani rumori dal motore»

La struttura offre programmi per giovani e adulti, ed è stata fondata dallo stesso Kobe nel 2018. Sul sito Web, Mamba è descritta come una "struttura a cerchio completo progettata per aggiornare il modo in cui uomini, donne e giovani si avvicinano alle prestazioni umane, creando un ambiente multipiattaforma che attiva, educa e offre l'opportunità agli umani di liberare tutto il loro potenziale". Kobe è stato un forte sostenitore della WNBA e delle giovani donne dello sport, proprio come Gianna e Alyssa.

Tra le vittime dell'incidente, anche l'allenatrice di basket Christina Mauser
 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Gennaio 2020, 15:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA