Eurobasket, l'Italia chiude con una vittoria sugli inglesi (90-56). Negli ottavi la fortissima Serbia

Eurobasket, l'Italia chiude con una vittoria sugli inglesi (90-56). Negli ottavi la fortissima Serbia

Già certa di chiudere il proprio girone al quarto posto (l'ultimo disponibile per qualificarsi alla fase finale di Berlino), l'Italia saluta il pubblico del Forum (presente anche Gallinari) con une bella vittoria ai danni della Gran Bretagna (90-56 il finale). La Nazionale chiude con tre vittorie e due pareggi mentre gli inglesi non riescono a vincere neppure una singola partita.

LA CRONACA DELLA PARTITA
L'Italia parte forte (10-0) poi, complice una Gran Bretagna desiderosa di provare a vincere la prima gara del girone, gli azzurri perdono un po' di fluidità in attacco (21-18 Italia). Ogni volta che gli inglesi provano ad avvicinarsi, l'Italia trova il modo di scappar via nuovamente. All'intervallo, +10 Italia (47-37). Nella ripresa il copione non cambia. Fontecchio segna due triple consecutive e gli azzurri volano sul +15 (60-45). La gara non ha più nulla da raccontare, l'Italia si porta a casa la terza vittoria nel girone.

I MIGLIORI DEL MATCH
Ancora una volta, ottima prova di Fontecchio. Il neo giocatore degli Utah Jazz illumina la serata con 18 punti e un paio di giocate decisamente di categoria. Solito importante contributo di Melli. Dopo la buona prova con la Croazia, Pajola fa il suo dovere anche contro la Gran Bretagna. Brilla anche Datome: 13 punti da capitano. Meno esplosivo del solito Mannion.

ORA GLI OTTAVI DI FINALE CON LA SERBIA
Conclusa la fase a gironi, l'Italia se la vedrà ora con un avversario fortissimo, ossia la Serbia. La squadra di Jokic ha vinto il girone D e domenica sfiderà la Nazionale per provare a vendicare la sconfitta nella finale del preolimpico, vinta dagli azzurri. Una sfida complicatissima per la squadra di coach Pozzecco. Per battere la Serbia servirà la partita perfetta e, possibilmente, un Jovic meno dominante di quello visto sino ad oggi.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Settembre 2022, 22:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA