Teodosic show, Bologna sbanca Milano in gara-uno della finale scudetto (83-77)

Teodosic show, Bologna sbanca Milano in gara-uno della finale scudetto (83-77)

Il primo round della finale scudetto va alla Virtus Segafredo Bologna, capace di sbancare con autorità il Forum d'Assago, vincere con pieno merito gara1 (83-77) e festeggiare a suon di strette di mano e abbracci a bordo campo con il patron Zanetti. «Non abbiamo fatto ancora niente», il monito con cui coach Djordjevic - uno che a Milano ha giocato e allenato - vuole tenere alta la tensione in vista di gara2, in programma lunedì sera. Ma aver già ribaltato il fattore campo è una bella conquista perché costringe Milano, già chiamata ad essere la dominatrice del campionato, ad avere ancora più pressione sulle spalle.

 

È Teodosic, l'uomo più atteso e il giocatore più pagato del campionato, l'assoluto protagonista della serata, il mattatore che con 19 punti, 7 assist e 8 falli subiti conduce la Virtus alla prima vittoria contro l'Ax Milano al quarto tentativo stagionale. La battaglia di puro agonismo senza esclusione di colpi premia Bologna, che rischia però il patatrac dal +18, distraendosi per troppo compiacimento, e si sveglia solo sul +2 (72-70 al 36'), dopo aver subito un parziale di 12-0. Sono Markovic da 8 metri e Belinelli in sottomano a respingere nel finale l'assalto di Milano.

 

«Queste partite - spiega a caldo un soddisfatto Djoerdjevic - non si possono giocare e vincere senza questa intensità, è stata la nostra arma principale, siamo stati molto determinati in difesa. Rodriguez nel finale ha riacceso la partita ma siamo riusciti a portarla a casa. Sono molto contento della vittoria e della prestazione, ma non abbiamo ancora fatto niente».

 

Per Milano, che si tiene aggrappata alla partita con un 29/35 dalla lunetta e suona la carica con Rodriguez e LeDay (16 per entrambi), i problemi sono soprattutto offensivi, complice la serata storta di Shields che nella gara di ritorno in stagione regolare era stato decisivo con 35 punti: il danese, festeggiato questa mattina per aver compiuto 27 anni, sparacchia un 1/10 dal campo che contribuisce negativamente al mediocre 20/60 della squadra. Percentuali troppo basse per poter avere la meglio di una Bologna davvero coriacea. Chi si aspettava una serie a senso unico resterà deluso. 

 

Gara-due si disputa sempre al Forum di Assago lunedì 7 giugno con inizio alle 20.45


Ultimo aggiornamento: Domenica 6 Giugno 2021, 01:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA