Milano, una città per sognare: calcio, basket e volley al top
di Massimo Sarti

Milano, una città per sognare: calcio, basket e volley al top

Non si può dire che sia la prima volta. Ma è di certo un bel modo di ripartire per la Milano dello sport, in testa ai campionati di calcio, basket e pallavolo. Con Milan, Olimpia AX Armani Exchange e Allianz Powervolley. Un tris che ci piace sottolineare. Così come il fatto che a San Siro, al Forum di Assago e all’Allianz Cloud (il rinnovato ex Palalido) sono tornati gli spettatori. 
Pochi, sino a mille all’aperto e sino a 700 al chiuso. Ma anche quei pochi applausi hanno dato emozione. Tale è stata la “rottura” causata dai due mesi di porte chiuse per il calcio e dallo stop per i tornei sotto canestro e a fil di rete.
Senza il pari di domenica a Roma con la Lazio anche l’Inter sarebbe appaiata al Milan, oltre che all’Atalanta.
Invece sarà il Diavolo di Stefano Pioli (19 risultati utili consecutivi in tutte le competizioni, imbattuto dopo il lockdown) ad affrontare con il nasino avanti in graduatoria i nerazzurri di Antonio Conte. Come il 17 marzo 2019, quando però l’Inter di Luciano Spalletti, vincendo 3-2, trovò il sorpasso in classifica. Ma adesso davanti c’è il Milan, che attende, dopo la quarantena, anche il grande ex Zlatan Ibrahimovic.

Nel basket sinora per l’Olimpia AX Armani Exchange, è stato un dominio assoluto. La squadra di coach Ettore Messina ha dominato la Supercoppa di Lega aggiudicandosi otto match su otto, ha dato rispettivamente 16 e 40 punti di scarto a Reggio Emilia e Treviso nei primi due turni di campionato e ha vinto al fotofinish l’ouverture di Monaco di Baviera in Eurolega. Milano andrà in cerca del bis continentale venerdì sera al Forum contro i francesi dell’Asvel.

Stasera sarà invece impegnata la Powervolley Milano nella terza giornata di SuperLega, all’Allianz Cloud contro Vibo Valentia: «Stanno facendo sempre meglio. Noi dobbiamo lavorare tanto ancora, ci sono sbavature che non ci possiamo permettere se vogliamo fare qualcosa di buono nel campionato». 
Così il tecnico Roberto Piazza, che non si fa inebriare dalla vetta dopo i successi da tre punti su Cisterna e nel derby di Monza.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Ottobre 2020, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA