Red Bull Art Of Motion 2019: definita la lista dei qualificati per l’evento a Matera

Iniziato il countdown per Red Bull Art of Motion, l’evento che mette a confronto i migliori freerunner del panorama internazionale, che si svolgerà il prossimo 5 ottobre, per la prima volta in Italia, nella suggestiva cornice di Matera. Red Bull Art of Motion è organizzato da Red Bull ed è patrocinato dal Comune di Matera e dalla Fondazione Matera - Basilicata 2019. La lista dei qualificati, nel week end, si è arricchita di un altro nome: Nate Weston. L’atleta americano infatti, si è guadagnato la possibilità di partecipare all’evento, piazzandosi al terzo posto nel Lion City Gathering di Singapore (i primi due classificati erano già qualificati). Tra i 18 partecipanti dell’evento ci saranno la wild card italiana Fausto Vicari: il ventenne siciliano, di Mascalucia in provincia di Catania, si è aggiudicato lo scorso giugno la prima edizione dei Campionati Italiani di Parkour nella categoria Freestyle. Risultato che gli ha permesso di ricevere l’invito da Red Bull per partecipare all’evento di Matera.

Altri tre posti sono andati all’ucraino Alexander Titarenko, che ha vinto l’ultima edizione a Santorini nel 2017, al polacco Krystian Kowalewski, trionfatore all’Air Wipp Challenge e all’inglese Ed Scott, che ha conquistato il NAPC 2019 di Vancouver a metà agosto. Oltre a questi tre atleti, ne sono stati scelti altri otto tramite le qualificazioni on-line, dove con i loro video di grande impatto hanno impressionato la giuria. Per la sezione maschile sono stati selezionati: Didi Aloui (Marocco), Archie Aroyan (Russia), Montree Bowdok (Thailandia), Yurai Miyazaki (Giappone). La categoria femminile, invece, ha qualificato: Sydney Olson (Usa), Aleksandra Shevchenko (Russia), Lilou-Ruel (Francia), Silke Sollfrank (Germania). I rimanenti posti verranno assegnati con le qualifiche on-site a Matera, in programma il 2 ottobre presso l’esclusiva location del cortile del Convento Sant’Agostino. Fra i protagonisti della Red Bull Art of Motion 2019 ci sarà anche il nuovo Huawei Watch GT 2, Official Time Keeper dell’evento, che grazie alle sofisticate funzionalità di tracking delle attività sportive e la batteria a lunghissima durata, sarà il compagno perfetto per gli atleti dell’edizione di quest’anno che lo utilizzeranno durante le prove e la gara per monitorare le loro performance.
Giovedì 19 Settembre 2019, 21:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA