Volley, Milano rialza subito la testa: sbanca 3-1 Modena dell'ex Giani
di Massimo Sarti

Volley, Milano rialza subito la testa: sbanca 3-1 Modena dell'ex Giani

Lo scivolone interno infrasettimanale con Vibo Valentia è un lontano ricordo per l'Allianz Powervolley Milano, immediatamente riscattatasi a Modena nella quarta giornata della SuperLega di volley. Superata 1-3  Modena allenata dall'ex Andrea Giani e con in campo un altro ex meneghino come lo schiacciatore Nemanja Petric. La squadra di Roberto Piazza ha vinto ai vantaggi il primo set (24-26) e più largamente il secondo (19-25). Nel terzo ha subito il rientro degli emiliani (25-20) e sembrava nei guai anche nel quarto parziale, quando si facevano sentire i 730 spettatori (quelli consentiti dalle normative anti-Covid) presenti al PalaPanini, una delle case storiche della pallavolo italiana.

Qui l'Allianz Powervolley ha avuto due clamorosi meriti: non far scappar via Modena nelle prime fasi del set, per poi piazzare in rimonta un decisivo parziale di 4-0, passando dal 24-22 al 24-26 definitivo. L'ultimo punto lo ha messo a terra Yuki Ishikawa, autore di 22 punti (23 quelli di Jean Patry). Il giapponese, poco prima, aveva annullato il secondo set-point per Modena. Il primo era stato invece neutralizzato dal brasiliano Weber, servito dal regista di riserva Daldello: un doppio cambio effettuato con grande coraggio da parte di Piazza, la cui squadra sta crescendo, anche nelle cosiddette “seconde linee”.

L'Allianz Powervolley è terza in classifica da sola con 9 punti, alle spalle di Perugia (12 punti) e Civitanova (11 punti), le uniche ancora imbattute. I marchigiani, in particolare, hanno maramaldeggiato in quel di Monza: uno 0-3 (21-25, 23-25, 20-25) che ha acuito le difficoltà in graduatoria del Vero Volley, sempre a quota 3 punti. Tornando a Matteo Piano e compagni, Milano è ora attesa da due match consecutivi all'Allianz Cloud: mercoledì 14 ottobre (ore 20,30) contro Ravenna e domenica 18 (ore 18) contro Verona, già battuta in Coppa Italia.    


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Ottobre 2020, 20:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA