Andrew Howe, Marcell Jacobs, Roberto D’Amico e Alice Volpi: il premio Food e Sport ai campioni olimpici di Tokyo

Andrew Howe, Marcell Jacobs, Roberto D’Amico e Alice Volpi: il premio Food e Sport ai campioni olimpici di Tokyo

Si è svolta la mattina del 13 febbraio l'edizione 2020 del Premio Food&Sport al Tennis Club Parioli di Largo Uberto de Morpurgo, 2 a Roma. Gli atleti Andrew Howe, Marcell Jacobs, Roberto D’Amico e Alice Volpi sono stati premiati per il loro impegno come ambassador dell’Italia nel mondo, per la promozione dei valori sportivi legati alle buone pratiche alimentari.

Leggi anche > Premio Food&Sport 2020 per gli atleti dei Giochi Olimpici di Tokyo, campioni anche a tavola

Al termine della premiazione, i ragazzi dell’Istituto Professionale per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera di Roma Vincenzo Gioberti hanno presentato i Panini dello sportivo, tre ricette gustose e bilanciate a livello nutrizionale:

- Panino al basilico con semi di papavero con Cacciatore Italiano DOP, zucchine grigliate alla menta e olive nere di Gaeta - Il panino - di circa 90/100 gr - viene realizzato con foglie di basilico fresco frullato all’interno dell’impasto.

- Panino al profumo di pomodoro e sesamo con Cacciatore Italiano DOP, mango fresco, lattughino e pesto agli agrumi - Il panino viene realizzato con del concentrato di pomodoro aggiunto all’interno dell’impasto. Il pesto di agrumi è composto da arance fresche, mandorle tostate, basilico fresco e olio extravergine di oliva. La quantità utilizzata nel panino è di circa un cucchiaino da caffè pieno.

- Panino integrale o ai cereali con Cacciatore Italiano Dop, puntarelle, datterino confit e maggiorana.


LE SCHEDE DEGLI ATLETI

Lamont Marcell Jacobs, nato in Texas da mamma italiana e padre statunitense, è tornato in Italia quando era ancora bambino. È entrato nel mondo dello sport prima con il basket, seguendo le orme paterne, poi si è lasciato tentare dallo sprint quando aveva 10 anni. Nel 2019, dopo aver brillato ai Mondiali di staffette di Yokohama, si è dedicato solo ai 100, stampando prima 10'10 a Trieste il 6 luglio e poi 10'03 a Padova il 16. Terzo italiano di sempre alle spalle di Tortu (9'99) e Pietro Mennea (10'01). Prossimo obiettivo: abbattere il muro dei 10’. Per farlo ci vuole un fisico “bestiale”, che a Marc Jacobs non manca di certo. I tempi per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo2020 ci sono, quindi ora è il momento di dedicarsi alla preparazione atletica. Di professione: promessa italiana dello sprint e del salto in lungo. Nella vita privata: è il papà di Jeremy e di Anthony.



Andrew Curtis Howe Besozzi, nasce il 12 maggio 1985 a Los Angeles (USA), figlio di Andrew Howe Senior, calciatore di origini tedesche e di Renée Felton, atleta ostacolista statunitense. Punta di diamante dell’atletica azzurra, record italiano di lungo, ventenne campione d’Europa a Goteborg 2006 e vicecampione del mondo a Osaka 2007. Dopo un periodo difficile, oggi, a 35 anni, torna in pista e punta sulla velocità, 200 e soprattutto 400 metri. Il sogno ora sono i giochi di Tokyo 2020. Per raggiungere i suoi obiettivi, Howe è sempre stato attento all’alimentazione. Ha creato una linea di pane proteico, il pane degli atleti, perfetto ingrediente base da farcire con salumi e verdure fresche, in porzioni bilanciate, per un corretto apporto di nutrienti e sali minerali per il recupero post attività. Un'altra sua grande passione coltivata fin dalla tenera età è la musica: suona la batteria in un gruppo hard rock chiamato "Craiving", attività che di fatto è per lui una seconda professione.



Roberto D’Amico, uno dei volti storici del surf italiano, tra i più titolati di sempre: ben 7 volte campione d’Italia Juniores, 3 volte Campione Italiano Assoluto, un nono posto nella finale Mondiale del Sunset Pro Junior alle Hawaii ed un settimo agli Europei in Marocco nel 2015. Il suo destino in questo sport era chiaro ormai da tempo. Quando aveva solo 10 anni, il papà e la mamma lo portarono in macchina al King of the Groms, in Francia. Era il 2003, la prima volta nelle acque oceaniche per Roberto, arrivò in semifinale e chiuse il contest al quinto posto. Con la Nazionale Italiana FISW Surfing ha partecipato agli ISA World Surfing Games 2017 a Biarritz e si è laureato vicecampione d’Europa in occasione dell’EuroSurf 2017 svolto in Norvegia.



Alice Volpi è nata a Siena, classe 1992, da padre senese e madre brasiliana, di Rio De Janeiro. Entra nelle Fiamme Oro e, a 14 anni, diventa subito Campionessa Italiana Allieve, intraprende il percorso dei mondiali under 20 e poi under 23, che la portano a conquistare ben 3 ori, un argento e un bronzo in soli 3 anni. Entra quindi in nazionale irrompendo con l'argento individuale in Coppa del mondo a Shanghai, argento a Budapest 2013-2014, bronzo al Grand Prix di Shanghai 2014-2015. Solo un mese fa, il 12 gennaio c2020, a Katowice, ha staccato il pass per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, insieme alle altre tre colleghe del Dream team azzurro di fioretto femminile: Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Francesca Palumbo.



Michelangelo Giampietro è Medico Chirurgo, specialista in Medicina dello Sport e Scienza dell'Alimentazione. Docente a contratto di "dietetica applicata alle attività sportive" presso la scuola di specializzazione in Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico dell'Università degli Studi “Sapienza” di Roma. Docente di “alimentazione, nutrizione e idratazione” presso la Scuola dello Sport del CONI - Roma. Docente del Master ADA dell’Università Bicocca di Milano. Componente della commissione medica della Federazione Italiana Scherma e della Federazione Italiana Triathlon. Specialista ambulatoriale di "Medicina dello Sport” presso l'ASL di Viterbo e di Roma2. Autore di diversi volumi e di numerose pubblicazioni scientifiche. Presidente dell’Istituto Italiano del Gelato (IGI). Componente del Board Scientifico della Fondazione Istituto Danone. Docente presso numerosi master universitari e corsi di nutrizione.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Febbraio 2020, 18:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA