Il progetto del ct della Nazionale italiana Gustavo Spector: ampliare la Spector House e aprire nuove Academy. Si inizia da Napoli
di Marco Lobasso

Il progetto del ct della Nazionale italiana Gustavo Spector: ampliare la Spector House e aprire nuove Academy. Si inizia da Napoli

Il grande progetto di Gustavo Spector prende forma. Il ct della Nazionale italiana di padel non smette di dare nuovo impulso al movimento, che sta crescendo in modo eccezionale, da un anno a questa parte. La Spector House si allarga e ora punta su Napoli, a caccia di nuovi talenti della disciplina, ma anche con l’obiettivo di far crescere ulteriormente la base agonistica in Italia.

L’Academy internazionale è stata inaugurata nella sede del Rama Club, in viale Giochi del Mediterraneo. Spector ha illustrato i programmi che porterà avanti nella città partenopea che di fatto diventa uno dei punti di riferimento dell’attività agonistica del padel del Centro-sud Italia. Corsi di addestramento, tornei, staqe formativi e meeting internazionali illumineranno il programma dell’Academy napoletana.

“A Milano e a Roma il padel è cresciuto tantissimo. Ma io non mi fermo, per questo sono sceso al Sud. Napoli è una città speciale, molto sportiva, che ho scoperto e amato fin da ragazzo, quando vivevo in Argentina, negli anni in cui Maradona giocava in maglia azzurra. Realizzare un’Academy qui è un sogno che si realizza. Ho scommesso che Napoli sarà una delle città italiane in cui lo sport del padel prenderà piede maggiormente e sono certo di vincere questa scommessa”, ha spiegato il ct azzurro Gustavo Spector.

Al tradizionale taglio del nastro hanno partecipato, insieme al ct azzurro, il responsabile padel del Rama Club, Francesco Bellucci; l’imprenditore Mario Carrino, presidente dell’Accademia Sport Napoli e le due baby mascotte, Ginevra Spinelli e Anna Piscicelli, dell’Accademia Tennis Napoli.


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Giugno 2021, 16:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA