Mondiali atletica, Tamberi quarto nel salto in alto. Oro al qatariota Barshim, con cui aveva condiviso l'oro olimpico un anno fa

L'atleta azzurro si è fermato a 2.35 dopo aver saltato al secondo tentativo 2.33

Mondiali atletica, Tamberi quarto nel salto in alto. Oro al qatariota Barshim, con cui aveva condiviso l'oro olimpico un anno fa

Non riesce l'impresa a Gianmarco Tamberi. Dopo l'oro incredibile ai mondiali di Tokyo, l'atleta azzurro ha chiuso al quarto posto la finale di salto in alto ai Mondiali in corso a Eugene, in Oregon: Tamberi si è fermato a 2.35 dopo aver saltato al secondo tentativo 2.33. L'atleta marchigiano campione olimpico ha superato agevolmente le prime prove, con l'asticella a 2.19, 2.24 e 2.27. A 2.30 manca due volte l'obiettivo, ma alla terza ce la fa, al secondo tentativo supera anche i 2.33, nonostante le sue non perfette condizioni fisiche.

Oro a Barshim

È del qatariota Mutaz Essa Barshim la medaglia d'oro. Barshim ha fallito il tentativo a 2.42 e ha rinunciato, risultando comunque primo dopo una prova quasi senza errori. L'argento va alla Corea del Sud con Woo che non supera 2.39. Terzo posto per l'ucraino Protsenko con 2.33 al primo tentativo, quarto come detto Gianmarco Tamberi. Barshim, che un anno fa a Tokyo ha condiviso l'oro olimpico proprio con Gianmarco Tamberi, è stato incoronato campione del mondo nel salto a Eugene per la terza volta consecutiva. Già oro nel 2017 e nel 2019, ha vinto saltando 2,37 metri, davanti al sudcoreano Sanghyeok Woo (2,35 m) e all'ucraino Andriy Protsenko (2,33 m).

 

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Luglio 2022, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA