Milano ritrova il tempio dell'atletica, giovedì la presentazione dello storico impianto dei record
di Massimo Sarti

Milano ritrova il tempio dell'atletica, giovedì la presentazione dello storico impianto dei record

La storia di Milano diventa orgoglio nel presente, in un momento in cui il presente è pieno di incertezze a causa del Covid. Dubbi che coinvolgono anche lo sport, di base e di vertice. La rinnovata Arena Civica resta comunque una ventata di ottimismo. Giovedì pomeriggio, a partire dalle 14,30, ci sarà l'inaugurazione ufficiale dopo un anno di lavori, con l'adeguamento dell'impianto di illuminazione, la rizollatura del campo da calcio e soprattutto il rifacimento della pista di atletica e delle pedane per salti e lanci. Verde e arancio i colori scelti: tinte accese e allegre, già testate domenica dagli atleti del futuro nel “Mi-Teen”, competizione per selezioni provinciali Cadetti e Cadette. Un antipasto giovane, in attesa che la sgargiante nuova Arena torni ad ospitare manifestazioni nazionali ed internazionali della “regina degli sport” e di altre discipline.

La struttura voluta da Napoleone Bonaparte e progettata dall'architetto Luigi Canonica, compirà 213 anni il prossimo 17 dicembre. Nel 1807 era un anfiteatro, nel ventesimo secolo ha ospitato tanti momenti di sport passati alla storia, a cominciare dalla prima partita della Nazionale italiana di calcio, un 6-2 inferto alla Francia datato 15 maggio 1910. All'Arena hanno giocato Inter e Milan, è stato soprattutto il teatro delle magie di Giuseppe Meazza. Nell'atletica annoveriamo il record del mondo di Paola Pigni nei 1500 metri (4'12”4) del 2 luglio 1969 e quello sugli 800 metri di Marcello Fiasconaro del 27 giugno 1973. Un 1'43'7 manuale ancora adesso primato italiano (insieme all'1'43'74 elettrico di Andrea Longo del 2000) a distanza di oltre 47 anni. All'Arena ha corso Pietro Mennea. Nel 2011 avrebbe poi visto un Oscar Pistorius osannato da tutti nel percorso di avvicinamento ai Giochi di Londra 2012, primo amputato tra i normodotati. Il tutto prima della caduta nel baratro e della condanna a 13 anni e mezzo di carcere per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp.


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Ottobre 2020, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA