Matteo Aicardi positivo al coronavirus: il nazionale azzurro di pallanuoto è ricoverato in ospedale

Matteo Aicardi positivo al coronavirus: il nazionale azzurro di pallanuoto è ricoverato in ospedale

Il coronavirus irrompe anche nel mondo della pallanuoto e coinvolge direttamente il Settebello. Il centroboa degli azzurri e della Pro Recco, Matteo Aicardi, è ricoverato nell'ospedale di Albenga, in provincia di Savona, perché risultato positivo al Covid-19. Il pallanuotista, nato a Finale Ligure 34 anni orsono, come ha confermato il club per il quale è tesserato, adesso «sta bene, anche se ha la febbre». 

Aicardi, una decina di giorni addietro, aveva lasciato Siracusa, dove si trova in ritiro la Nazionale guidata da Sandro Campagna, perché soffriva a causa di un problema alla spalla. Aicardi si era allontanato dal raduno il 7 scorso ed era stato sottoposto ad accertamenti alla spalla a Milano (8 e 9 luglio). Infine, l'atleta era rientrato a casa. Gli esami alla spalla si sono resi necessari per il riacutizzarsi di un vecchio fastidio che gli aveva fatto saltare gli allenamenti nei primi giorni del mese.

Leggi anche > Coronavirus, superate le 35mila vittime in Italia: oggi altri 20 decessi e 230 casi positivi​



Lunedì scorso Aicardi lamentava mal di gola e accusato uno stato febbrile, mentre si trovava nella propria abitazione: il 14 luglio, dal momento che la febbre e il mal di gola aumentavano, ha avvisato i sanitari della Federnuoto e il 15 è stato sottoposto al tampone anti-Covid, che è risultato positivo. Aicardi è quindi stato ricoverato a scopo precauzionale, ma le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione. La febbre è scesa e il mal di gola adesso è diminuito.

Nel frattempo sono stati eseguiti i tamponi a tutti gli elementi coinvolti nel collegiale azzurro, fra atleti, staff, dirigenti e, in ultimo, la squadra del Circolo Ortigia Siracusa, addieme ai quali gli azzurri di Campagna - siracusano d'adozione - si sono allenati nei giorni scorsi. Adesso si aspettano i risultati. Nessun sintomo è presente, comunque, tra i giocatori, né fra i componenti lo staff del Settebello.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Luglio 2020, 19:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA