Ghost 14: la prima scarpa da corsa Brooks totalmente carbon neutral

Ghost 14: la prima scarpa da corsa Brooks totalmente carbon neutral

Ammortizzazione, morbidezza, massimo comfort e la giusta spinta: arriva Brooks Ghost 14, la scelta ideale per i runner in cerca di una corsa fluida, che desiderano macinare chilometri.

Ghost, la nostra scarpa più amata dai runner, è da sempre riconosciuta per l’ottima ammortizzazione e la sua dinamicità. Un giusto mix che ci permette di avere una corsa sempre fluida e senza distrazioni”. Spiega Tobias Gramajo, Tec Rep Manager e Footwear Champion Brooks Italia - Con Ghost 14, i nostri ingegneri hanno sviluppato una scarpa ancora più morbida e leggera, perfetta per i runner con appoggio neutro, in modo che possano concentrarsi solo su ciò che amano di più: correre”.

 

 

La fluidità della corsa con la nuova Ghost 14 è possibile grazie a:

• Ammortizzazione 100% DNA LOFT - la tecnologia DNA LOFT, il materiale più morbido di casa Brooks, è ora estesa sull’intera intersuola, per una corsa ancora più morbida e confortevole.

• Intersuola dalla struttura semplificata che agevola le transizioni tra fase di appoggio e di stacco.

• Tomaia flessibile - il 3D Fit Print bilancia elasticità e struttura, in modo che la calzatura si adatti in modo confortevole al piede. Non solo comfort, Ghost è anche sostenibile.

 

Ghost è il modello di scarpe di Brooks che genera il volume più alto di vendite in Italia e a livello globale e, proprio per questo, a partire da questa versione, tutti i prodotti Ghost che seguiranno saranno sempre più a emissioni zero. Quasi tutti i materiali della tomaia sono stati convertiti per contenere almeno il 30% di poliestere riciclato, e molti sono in 100% poliestere riciclato. Oltre a ridurre l’impatto ambientale del prodotto attraverso l’utilizzo di materiali riciclati, Brooks sovvenzionerà programmi di compensazione di CO2 tramite progetti che avranno un impatto significativo nella sfida al cambiamento climatico.

 

 

 

La priorità verrà data a programmi focalizzati a promuovere la ricerca per nuove tecnologie e processi industriali dedicati alla conversione e abbattimento delle emissioni di CO2 e che porteranno chiari benefici sociali e ambientali. Se si immagina di mettere su una classica bilancia a due piatti un paio di Ghost, buona parte del suo peso rappresenta la CO2 emessa per realizzarle, dalla produzione dei materiali all’assemblaggio, dalla confezione alla distribuzione fino allo smaltimento. I programmi di compensazione consentiranno di rimettere in totale equilibrio i piatti della bilancia. Si comincia utilizzando fin da subito integrando materiali tradizionali con quelli da riciclo con minori emissioni, con l’obbiettivo futuro di azzerarle completamente seguendo il programma del Climate Pladge siglato pochi mesi fa. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Luglio 2021, 20:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA