Europei nuoto, Martinenghi oro e record italiano nei 50 rana. Argento per l'altro azzurro Cerasuolo. Paltrinieri, "solo" argento nei 1.500 sl

Oro e bronzo anche nei tuffi trampolino un metro con Elena Bertocchi e Chiara Pellecani

Doppietta show nei 50 rana: oro (con record italiano) per Martinenghi, argento a Cerasuolo. Paltrinieri, "solo" argento nei 1.500 sl

Nicolò Martinenghi viene da Varese, ma dopo questi Europei di nuoto potrà definirsi cittadino onorario di Roma. Il classe 1999 fa venire giù gli spalti del Foro Italico, conquistando il suo secondo oro individuale nella competizione capitolina: nei 50 metri rana, infatti, 'Tete' taglia il traguardo per primo (tempo di 26.33), bissando il successo nei 100 di qualche giorno fa. In testa dall'inizio alla fine, l'azzurro ha finito davanti al connazionale Simone Cerasuolo (26.95), per una bellissima doppietta italiana davanti al tedesco di bronzo Lucas Matzerath. Per Martinenghi, già campione mondiale lo scorso luglio a Budapest nei 100 rana e nella staffetta 4x100 mista, l'estate 2022 sarà per sempre indimenticabile. Anche Simone Cerasuolo, appena 19enne ma con un futuro luminoso davanti, ha un sorriso luminoso mentre abbraccia con il compagno di nazionale: tra qualche anno il suo argento potrebbe cambiare colore...

Europei nuoto, oro per Quadarella nei 1500 stile libero. Argento Ceccon nei 50 dorso

Razzetti e Franceschi, doppio bronzo

L'Italia porta a casa anche due bronzi. Il primo è quello di Alberto Razzetti nei 200 metri farfalla: il nuotatore ligure parte fortissimo (è a lungo secondo), poi cala nel finale e cede il passo all'ungherese Richard Marton, argento. In vasca l'attrazione principale è l'alieno Kristof Milak, che ovviamente vince con distacco: il classe 2000, detentore del record mondiale nella distanza, scappa subito via ai rivali e si mette al collo l'ennesimo oro in carriera. L’altro podio italiano porta la firma di Sara Franceschi nei 200 metri misti: sostenuta da un pubblico più bollente della temperatura agostana, la livornese finisce in 2:11.38. Davanti a lei l'israeliana Gorbenko, oro in 2:10.92, e l'olandese Steenbergen, argento in 2:11.14. Nei 50 stile donne, Sarah Sjostrom va troppo più forte delle altre e, grazie all'oro conquistato in 23.91, diventa l'atleta più medagliata di sempre agli Europei. Il Foro tributa un meritato boato alla scandinava, mentre l'italiana Silvia Di Pietro chiude quinta.

 

Paltrinieri "solo" argento nei 1.500 sl. "Sento di aver deluso"

Gregorio Paltrinieri vince la medaglia d'argento nei 1500 sl agli Europei di nuoto di Roma con il tempo di 14:39:79. Medaglia d'oro, invece, per l'ucraino Mykhaylo Romanchuk, bronzo per il francese Damien. «Il pubblico lo sentivo e lo devo anche ringraziare, mi sento di aver deluso le loro aspettative, volevo fare bene e non è uscita una cosa bellsisima, ma ero morto, finito. L'Europeo è lungo e ogni gara è a sè, oggi era il massimo che potevo fare, quindi sono contento». Così Gregorio Paltrinieri ai microfoni di Rai Sport commenta l'argento nei 1500 sl libero.


Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Agosto 2022, 20:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA