Capannelle, il Tar del Lazio accoglie il ricorso di Hippogroup: "Il Comune deve valutare la proroga della concessione"
di Daniele Petroselli

Capannelle, il Tar del Lazio accoglie il ricorso di Hippogroup: "Il Comune deve valutare la proroga della concessione"

Hippogroup-Capannelle, non finisce qui. Il Tar del Lazio infatti ha riaperto la questione della concessione affidata alla società per la gestione dell'Ippodromo romano. È stato accolto il ricorso presentato dalla società contro il provvedimento di Roma Capitale del 2017 con cui era stata respinta l'istanza di proroga presentata dalla Hippogroup. 

 

Ippica, Enrico Bellei nella storia: a Capannelle la vittoria numero 10.000 in carriera

 

La sentenza, si legge nella nota, stabilisce che Roma Capitale dovrà «effettuare un nuovo esame dell'istanza di proroga della concessione» tenendo conto di quanto previsto dal Regolamento per gli impianti sportivi di proprietà comunale all'epoca vigente. Infatti all'art. 11 era prevista la possibilità di una proroga nel caso in cui il concessionario avesse effettuato interventi di ristrutturazione o nuova costruzione nell'impianto, calcolata in base all'impegno finanziario sostenuto. «È quanto in effetti accaduto a Hippogroup dopo la presa in carico delle corse di trotto in seguito alla chiusura dell'ippodromo Tor di Valle - si legge nella sentenza -. Roma Capitale avrebbe dovuto svolgere una istruttoria idonea a verificare la sussistenza dei presupposti per l'accoglimento dell'istanza di prolungamento della concessione valutando a tal fine non solo gli investimenti già effettuati in ottemperanza ai piani precedentemente approvati, ma anche gli investimenti non ancora effettuati per cause non imputabili alla concessionaria e gli investimenti ulteriori programmati al fine di ampliare l'Impianto e migliorarne l'efficienza».

 

Ora quindi Roma Capitale dovrà procedere al nuovo esame dell'istanza, «previa consultazione» di Hippogroup. È stata invece respinta la richiesta risarcitoria della società, vista la «considerevole riduzione del canone» e tenuto conto che la proroga della concessione è stata di fatto concessa dall'Amministrazione, che aveva sospeso lo sfratto.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Maggio 2021, 16:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA