Bebe Vio, l'oro olimpico capofila di 'WEmbrace Sport': quattro discipline insieme per sensibilizzare alla diversità. «Sarà un evento davvero figo!»

Video
di

Sensibilizzare alla diversità: è questo il tema centrale di WEmbrace Sport, l'evento sportivo benefico che si svolgerà lunedì 25 ottobre a partire dalle ore 19 presso l’Allianz Cloud di Milano. Organizzato dalla campionessa Bebe Vio e art4sport (www.art4sport.org) -l’Associazione fondata nel 2009 dai genitori di Bebe. In gara quattro discipline sportive nella versione paralimpica: basket, calcio, volley e scherma.

 

 

Leggi anche - GFVip, Soleil Stasi e la "lite" con Sophie Codegoni: «So cosa sta facendo e chi l’ha indirizzata»

 

Sarà una serata unica, in cui campioni delle Nazionali Olimpiche e Paralimpiche saranno impegnati in una sfida sportiva inedita con l'obiettivo di dimostrare nuovamente al pubblico, ancora estasiato dalle prestazioni di Tokyo 2020, come lo sport paralimpico sia a tutti gli effetti paragonabile a quello olimpico sia dal punto di vista della spettacolarità, che da quello emozionale e competitivo, grazie alla grande capacità ed energia tipiche di chi pratica questo tipo di discipline.

«WEmbrace Sport sarà un evento davvero figo! - commenta Bebe Vio - Dopo aver partecipato alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, ci ritroveremo tutti insieme per sfidarci gli uni contro gli altri!». E aggiunge: «Per me lo sport integrato è un modo per abbattere i pregiudizi e dimostrare a tutti la grande forza e competitività degli atleti paralimpici. Siamo tutti diversi, ognuno ha i propri limiti, le proprie debolezze ma anche i propri punti di forza e fare sport integrato può davvero mostrare le qualità di ciascun atleta e rappresentare un arricchimento per chiunque assisterà alle competizioni!».

WEmbrace nasce dall’unione delle parole inglesi We ed Embrace, che tradotte in italiano significano "Noi Abbracciamo": un’azione che può essere compiuta con entusiasmo insieme a un’altra persona ma anche verso sé stessi. Ad esempio, abbracciare i propri limiti è il primo passo per diventare i primi sostenitori del proprio amore individuale. Ed è proprio compiendo questo passo che la diversità diventa il mezzo che porta ciascuno di noi a definire l’unicità del singolo, identificandolo.

L'evento del 25 settembre farà da apripista a un altro grande progetto in cui l’Oro della scherma Paralimpica sarà impegnata: la Bebe Vio Academy (BVA), un progetto pensato da Bebe in partnership con Nike, organizzatoe gestito dall’Associazione art4sport. Sarà la prima accademia italiana a favore dello sport inclusivo con un programma triennale gratuito di attività multi-sportive rivolto a bambini e ragazzi con e senza disabilità fisiche di età tra i 6 e i 18 anni. Il progetto comprenderà cinque diverse discipline sportive paralimpiche, quali calcio, atletica, basket in carrozzina, sitting volley e scherma in carrozzina, si svolgerà a Milano, con cadenza bisettimanale, presso il Centro Sportivo Iseo e il Bicocca Stadium.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Settembre 2021, 18:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA