Valeria Marini, il trauma dell'aborto: «Lui era un violento, mia mamma mi convinse a farlo»

La showgirl ha confessato di aver abortito quando era adolescente spinta dalla mamma che non approvava la relazione tossica che lei aveva con il suo fidanzatino. A quello, in età adulta, sono seguiti due aborti spontanei. Ma non nasconde il desiderio, ancora forte, di diventare madre

Video

Valeria Marini si è messa a nudo nell'intervista a Belve e ha confessato di aver abortito a 15 anni. La showgirl ha ricordato con Francesca Fagnani un episodio della sua infanzia, spiegando di aver scoperto quando aveva solo 15 anni di essere rimasta incinta di un ragazzo molto più grande di lei con il quale aveva però una relazione tossica.

Leggi anche > Ballando, Selvaggia accusa: «Un'ospite non mi ha fatto le condoglianze. E dirò presto come hanno trattato Lorenzo»

La decisione della mamma

«Non sapevo che avrei avuto un’interruzione di gravidanza, sono andata in una clinica privata, ero una ragazzina». La Marini ha confessato che a spingere per l'aborto fu la mamma, riconoscendo nella relazione della figlia qualcosa che non andava, soprattutto visto che il suo fidanzato era una persona violenta. Valeria, dopo anni, sembra quasi giustificare la donna: «Mia mamma l’ha fatto per il mio bene, perché comunque questo amore che avevo per questa persona non era sano, lui era violento, quindi diciamo che è stato un atto d’amore di mia madre».

A distanza di anni l'attrice spiega che comunque non è stato  facile: «Ho cancellato dalla memoria perché ho sofferto molto sia fisicamente sia psicologicamente, sicuramente è stata una cosa che poi mi è rimasta dentro, una ferita. Io sono contro l’aborto assolutamente», ma aggiunge di non avercela con la madre e di aver compreso i motivi per cui la spinse a farlo: «Mia madre mi ha dato la possibilità di allontanarmi, di non rimanere imprigionata a una persona che non mi amava e mi faceva del male e quindi non posso fare altro che ringraziarla».

Leggi anche > Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi, «altro che ritorno di fiamma: non hanno intenzione di tornare insieme»

Gli aborti 

Nel corso della sua vita Valeria ha però avuto altri due aborti, spontanei, durante la relazione con Vittorio Cecchi Gori. Spiega di aver desiderato molto quei bambini, ma purtroppo le cose sono sempre andate male. Nello specifico ricorda il suo secondo aborto, avvenuto dopo una brutta litigata con il compagno: «Ho avuto una tremenda emorragia. Non mi sono neanche fatta ricoverare. Ero disposta a qualsiasi sacrificio, ma quando ho dato la notizia a Vittorio, la sua risposta è stata: ‘E come facciamo ad andare in barca?’. Di comune accordo abbiamo deciso di interrompere la gravidanza, ma non ho mai smesso di pensare a un figlio».


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Novembre 2022, 12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA