L'“Uomo Gatto” di Sarabanda a Pomeriggio Cinque: «Ho cambiato vita, sono un giornalista»

L'“Uomo Gatto” di Sarabanda a Pomeriggio Cinque: «Ho cambiato vita, sono un giornalista»

Dopo l'avventura a Sarabanda ha cambiato vita e rivela: "Non mi ritengo un vip"

Gabriele Sbattella, alias Uomo Gatto, è sicuramente uno dei concorrenti più amati di Sarabanda, lo storico programma musicale condotto da Enrico Papi. E, a distanza di 19 anni da quella stagione televisiva che lo vide campione per ben 79 puntate, l'Uomo Gatto racconta chi è diventato dopo la notorietà. 

 

Leggi anche > Carolina Marconi sterile dopo la chemio: «Ho congelato un ovulo, ma solo uno... Ecco perché»

 

«Facevo l'animatore in un villaggio turistico, ho fatto quattro stagioni poi mi hanno chiamato dall'oggi al domani a giocare a Sarabanda», racconta a Pomeriggio Cinque, intervistato da Barbara D'Urso. L'Uomo Gatto parla dei suoi inizi, quando ancora nessuno lo conosceva e piano piano divenne un'icona dello storico programma musicale di Enrico Papi. 

 

Lo storico concorrente deve il suo nome proprio al periodo in cui lavorava nei villaggi turistici, in cui per anni aveva interpreato il dio dei gatti nel musical Cats. È stato campione per 79 puntate da novembre 2002 a febbraio 2003, quando fu eliminato da Tiramisù, ma non riuscì mai a completare il gioco finale del 7×30, accontentandosi di due vittorie in una serie di puntate speciali.

 

Oggi Gabriele Sbattella ha cambiato vita: «Adesso faccio il giornalista in campo musicale e sportivo - ha raccontato -. Mi occupo principalmente di calcio dilettantistico per quanto riguarda lo sport, ho seguito tre Festival di Sanremo e ho scritto anche un libro anche se non mi ritengo un vip». 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Maggio 2022, 08:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA