Alberto Matano, emozione a Domenica In per l'Ucraina: «Ci sentiamo impotenti ma non è vero che il mondo non sta facendo nulla»

Il conduttore Rai ospite di Mara Venier a Domenica In: "Fino a una settimana prima, non avrei immaginato di dover raccontare una guerra"

Ucraina, Alberto Matano: «Ci sentiamo impotenti ma non è vero che il mondo non sta facendo nulla»

Alberto Matano, conduttore di 'La vita in diretta', è ospite in studio di Mara Venier a Domenica In. Si parla ovviamente della guerra in Ucraina ed il giornalista e conduttore, che in questi giorni ha raccontato il dramma dei profughi, non senza commuoversi, prova a fare il punto della situazione.

 

Leggi anche > Ucraina, Monica Maggioni in lacrime e poi spiega: «Ero commossa per due motivi diversi»

 

«Solo una settimana prima dell'inizio di una guerra in Europa, non avrei immaginato di dovermi ritrovare a raccontarla. Nella mia carriera ho raccontato a lungo tragedie che hanno segnato un'epoca, fatto speciali ed edizioni straordinarie anche sul terrorismo islamico in Europa. Ma nessuno poteva immaginare che in Ucraina sarebbe scoppiata una guerra, i racconti che arrivano non possono non toccarci» - ha spiegato Alberto Matano - «Tutti noi ci sentiamo impotenti di fronte a questa ingiustizia, perché sono i civili a subirne le peggiori conseguenze. Ma non è vero che il mondo non sta facendo niente, le varie diplomazie in questi giorni stanno lavorando senza sosta. Hanno provato a mediare la Francia, Israele, ora anche la Turchia. In questo momento, l'unica cosa che noi possiamo e dobbiamo fare, nel nostro piccolo, è offrire assistenza umanitaria a chi cerca di fuggire dalla guerra».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Marzo 2022, 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA