Striscia riapre con Greggio e Hunziker. Ricci promuove Amadeus
di Ferro Cosentini

Striscia riapre con Greggio e Hunziker. Ricci promuove Amadeus

Trentuno anni, trentadue edizioni, una striscia (è il caso di dirlo) lunghissima: dal 1988 a oggi il pizzetto di Antonio Ricci si è fatto candido, ma i suoi pensieri non hanno mai rallentato. Lunedì parte su Canale 5 la nuova stagione di Striscia la notizia e di tradizione il guru del tg satirico si presenta nello Studio 14 Mediaset di Cologno Monzese insieme a Ezio Greggio e Michelle Hunziker, la prima coppia di conduttori cui seguiranno Greggio con Enzo Iacchetti, Ficarra e Picone (da gennaio) e infine Gerry Scotti con Michelle. Nuovi inviati («la prima spedita al macello sarà Erica, una calabrese, poi ci sarà Philippe Daverio, che farà una mappa dei musei d'arte gratis in Italia») e solide conferme come il trasformista Dario Ballantini («Sarà un Conte di Montecristo con lingua biforcuta e vendicativo») e Valeria Graci nei panni dell'ecologista Greta. Le veline? Sempre loro, Shaila e Mikaela.

A fare da notizia, immancabilmente, lo Strapaese della casta politica e degli italiani comuni: «Il colpo di scena ordito da Renzi ci invoglia a ricominciare spiega Ricci Di satira viviamo e oggi ci viene in aiuto la tecnologia: con un'applicazione pazzesca faremo dire ai politici quello che vogliamo noi. La gente sarà nel dubbio di trovarsi sullo schermo il personaggio reale». Un'app simile è stata utilizzata all'estero, creando problemi legali a coloro che l'hanno usata su Putin e Trump. «Il Conte 2 ci darà molte gioie assicura Ricci - nasce in maniera acrobatica e tutti non aspettano altro che il premier manchi la presa e cada». Su Sanremo, Ricci è chirurgico: «Amadeus? Ci piace, gran lavoratore. Se è un merito condurre il Festival, lui lo merita. Non è un Baglioni, personaggio noioso, mieloso, che se la canta e se la suona».
Venerdì 20 Settembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA