Striscia riparte, ma dopo il voto. Ricci: «Saremo la voce dell'intransigenza»

Striscia riparte, ma dopo il voto. Ricci: «Saremo la voce dell'intransigenza»

di Luca Uccello

Prima il voto, la partita dell’Italia e poi Striscia la Notizia, con la sua 35 edizione condotta ancora da Alessandro Siani e per la prima volta da Luca Argentero. «Con lui faremo la versione di 50 sfumature di Striscia», ha scherzato l’attore napoletano. Sorridente e pronto a dar battaglia come sempre anche Antonio Ricci: «Quest’anno sarà la voce dell’intransigenza. Perché questa è la missione di Striscia, essere contro l’ipocrisia, noi siamo tra chi non ci sta». Cita Vasco Rossi, se la prende ancora con Claudio Baglioni per poi difendere le veline. Le due nuove veline: Anastasia Ronca e Cosmary Fasanelli. «La figura della velina funziona da 35 anni. Una figura imprescindibile da Striscia, danno il senso della varietà e della leggerezza - ha replicato Ricci alla domanda se le veline hanno ancora un senso - E comunque finché se ne parla, vuol dire che il senso ce l’hanno».

Il via al Tg satirico non sarà lunedì, bensì martedì 27 settembre dopo la fine della tornata elettorale. Nessuna previsione nonostante all’ingresso fossero in regalo le maschere di tutti i leader politici («il nostro ufficio stampa ha dei soldi da spendere…»), solo un sospiro di sollievo: «Quando è caduto il governo - racconta Ricci - ho gufato talmente tanto... abbiamo evitato tutti i problemi e le polemiche dei giorni precedenti, ci avrebbero attaccato per qualsiasi servizio per la par condicio. Lunedì Bruno Vespa farà i suoi commentini e partiamo martedì con un ricco buffet di quel che può capitare».
Parola poi ai due conduttori da Alessandro Siani pronto a diventare un conduttore fisso di Striscia («Antonio riesce a essere solidale con i miei impegni: Striscia è qualcosa di irripetibile») a Luca Argentero: «La chiamata di Antonio l’ho vissuta come una lusinga. È stato molto astuto me l’ha presentata molto bene: «Non sei in diretta, alla 20.30 sei a casa, non devi dedicare molto tempo. Insomma, era impossibile dire di no a lui e a questa famiglia».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Settembre 2022, 06:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA