Sky Tg24 da domani in chiaro sul canale 27 del 
​digitale terrestre, pronta la sfida a Rai e Mediaset
di Donatella Aragozzini

Sky Tg24 da domani in chiaro sul canale 27 del
digitale terrestre, pronta la sfida a Rai e Mediaset

ROMA - Sky Tg24 arriva in chiaro. Domani mattina alle 7 si accende infatti una versione free del canale all news di Sky diretto da Sarah Varetto, che tutti potranno trovare alla posizione 27 del digitale terrestre dopo aver risintonizzato il tv o il decoder.





Qual è la mission del canale?

«Offrire l'informazione di Sky Tg24 a tutti, mettendola al servizio del paese. Volevamo misurarci in un terreno diverso, come abbiamo già fatto con Cielo che ha ormai superato l'1% di share media nelle 24 ore. Per noi inoltre è una vetrina importante, un altro modo per far conoscere ai futuri abbonati cosa offre il mondo Sky».



In cosa differirà il canale free da quello riservato agli abbonati?

«Non sarà dedicato solo alle news, che occuperanno il 70 per cento del palinsesto, ma trasmetterà anche documentari che raccontano il mondo moderno, come la nuova stagione di Vice on Sky Tg24 e quelli curati da Beatrice Borromeo dal titolo Lady ' Ndrangheta, documentari di arte prodotti da Sky e una parte di fiction e film che siano legati però da un filo rosso forte, sui grandi personaggi o i fatti che hanno cambiato la storia, come Il giardino dei Finzi-Contini di De Sica, in onda per la giornata della memoria, o Il colore della libertà per ricordare Nelson Mandela».



La versione satellitare, in sostanza, cosa offrirà di più?

«Innanzitutto è in HD, poi permette di avere news, approfondimenti e inchieste 24 ore su 24, e infine l'interattività, perché i servizi Active, che permettono di visualizzare le sei finestre con i diversi contenuti – tra cui le notizie sportive e il meteo – premendo il tasto verde del telecomando sono disponibili solo per gli abbonati. Perché il nostro core, naturalmente, è sempre la pay tv».



Il nuovo canale si accende appena in tempo per seguire la scelta del Capo dello Stato.

«Sì, certo. E, grazie a un simulatore di voto, ogni volta che verrà fuori il nome di un candidato riusciremo a capire in tempo reale su quanti voti teorici può contare. Abbiamo poi fatto un accordo con Twitter per raccogliere anche i pronostici degli italiani, visto che siamo la testata con il maggior numero di followers in Italia, avendone un milione e mezzo».
Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Gennaio 2015, 11:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA