Serie tv, le più belle del 2018 secondo l'autorevole American Film Institute
di Paolo Travisi

Serie tv, quali sono le più belle del 2018 secondo l'autorevole American Film Institute

Per il mondo dell'intrattenimento, questi sono gli anni delle serie televisive. Registi di primo livello e star di Hollywood fanno a gara per accaparrarsi la sceneggiatura più bella o il ruolo più interessante. Anno dopo anno, prodotti nati per le piattaforme di streaming – Netflix in testa – possono accompagnare gli appassionati in ogni momento della giornata, visto che sono visibili su qualsiasi device digitale. E con la diffusione capillare, il livello qualitativo è crescito sempre di più, sfidando il cinema anche su quel piano. La prestigiosa istituzione americana, American Film Institute, a tal proposito ha stilato la classifica delle serie migliori visti nel 2018. Ed eccole qui.

The Americans

Racconta la vita di due spie russe del KGB, che nel periodo della Guerra Fredda vivono negli Stati Uniti fingendo di essere una coppia di americani dalla vita normale. Molto accurata nella ricostruzione dei fatti, tra l'altro ispirati a due spie vere, è giunta alla conclusione con la sesta stagione.

American Crime Story: l'assassinio di Gianni Versace

Questa serie antologica nella prima stagione ha raccontato il processo all'ex-campione di football OJ Simpson, accusato dell'omicidio della moglie e poi assolto. Nella seconda stagione invece ha raccontato l'efferato omicidio dello stilista italiano, ucciso da Andrew Cunanan davanti la sua villa a Miami. Nel cast Penelope Cruz ed il cantante Ricky Martin.

Barry

Commedia dall'umore nero, racconta la vita di un sicario, stanco di uccidere, che piomba per caso in un corso di recitazione mentre sta inseguendo la prossima vittima. Una delle serie rivelazione dell'anno, vincitrice di due Emmy, annovera nel cast Henry Winkler, produttore di successo ormai da anni, ma conosciuto da sempre come il Fonzie di Happy Days.

Better Call Saul

Spin-off del celeberrimo Breaking Bad, racconta la storia dell'avvocato della serie Saul Goodman, interpretato da Bob Oderkirk, prima di diventare manodopera del crimine. Anche questa serie è stata ideata da Vince Gilligan, mente di Breaking Bad, ed attualmente è giunta alla 5° stagione, mentre si avvicina al periodo raccontato dalla serie di cui è una derivazione.

Il metodo Kominsky

Due star di Hollywood, Michael Douglas e Alan Arkin, in una commedia che riflette sulla vecchiaia nella città, che più di altre, glorifica la bellezza e la gioventù. Douglas interpreta un maestro di recitazione, molto richiesto, amico di Arkin, suo storico agente quando recitava per il cinema.

The marvelous Mrs. Maisel

Serie Amazon alla seconda stagione, ambientate nella New York sul finire degli Anni Cinquanta, dove una donna, Miriam Maisel, che vive nell'elegantissimo e ricco Upper West Side, scopre di avere un talento nascosto, quando ormai la sua vita ha preso la direzione della donna di casa. Dal dorato mondo di Manhattan ai locali fumosi del cabaret dove s'impone come prima comica stand-up della storia.

Pose

Ancora inedita in Italia, questa serie ideata da Ryan Murphy, l'autore di American Horror Story, che ha firmato questo dance-musical drama, ambientato nella Grande Mela alla fine degli Anni Ottanta, tra gli yuppie di Wall Street e la nascita del movimento LGBT. La vicenda è incentrata su un giovane ballerino senza fissa dimora, che viene notato dalla star di uno spettacolo di transgender. Tra gli attori del cast, il ritorno ad una produzione importante di James Van Der Beek, che interpretava il protagonista della serie cult Dawson's Creek.

Succession

La storia di una ricca famiglia, i Roy, editori scozzesi che hanno fatto fortuna negli States. Il protagonista è l'attore Brian Cox, la cui parabola professionale assomiglia a quella di Murdoch, proprietario di Fox e Sky, che deve combattere con i quattro figli, per decidere chi sarà l'erede del suo impero mediatico.

This is us

Acclamata dalla critica sin dalla prima stagione, ha vinto Emmy e candidata ai Golden Globe. Giunta alla terza stagione, racconta gli incroci del destino dei sei personaggi principali nel corso degli anni, ma nati nello stesso giorno. Definita da molti come imperdibile.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Dicembre 2018, 21:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA