Saman Abbas, il video choc con i cugini e lo zio. Il titolare dell'azienda a Storie Italiane: «Improbabile che stessero lavorando»

Video

Storie Italiane torna sul caso di Saman Abbas analizzando la posizione del padre della ragazza che viveva a Reggio Emilia con la famiglia. Lui insieme al resto dei familiari sono tornati in Pakistan, in modo improvviso, destando non pochi sospetti in merito alla scoparsa della ragazza.

 

Leggi anche > Lo zio di Saman in chat: «Un lavoro fatto bene»

 

Nel programma viene mandata in onda un'intervista di un giornalista che ha raggiunto telefonicamente il padre di Saman a cui chiede come sta vivendo il momento. L'uomo spiega di essere tranquillo, di sapere che la figlia è in Belgio e che sta bene, che lui e la sua famiglia sono tornati in Pakistan per un lutto familiare e a loro dice che il 10 giugno tornerà in Italia. Il padre della ragazza fornisce anche delle spiegazioni al video che ritrae i suoi cugini con delle pale: «Quel giorno pioveva e ho detto loro di andare nel fosso ad aprirlo per far scorrere l'acqua per irrigare in campi».

 

 

 

Nel corso della diretta a Storie Italiane viene intervistato il titolare dell'azienda in cui lavorava il padre di Saman che afferma: «Quel tipo di lavoro, non si fa a quell'ora. Noi alle 19 andiamo a casa, il video mostra come orario le 19,33, di solito a quell'ora siamo tutti a casa». L'uomo spiega di aver avuto un rapporto di fiducia con Abbas, ma di essere stato colto alla sprovvista nell'averlo visto sparire dall'oggi al domani: «Quando l'ho chiamato mi ha detto che sarebbe tornato il 20 maggio, ma non è più tornato e non ho più avuto sue notizie».


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Giugno 2021, 20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA