Sabrina Ferilli offre uno stipendio e le spese legali all'operaio tarantino licenziato dopo aver condiviso un post della sua fiction

Sabrina Ferilli offre uno stipendio e le spese legali all'operaio tarantino licenziato dopo aver condiviso un post della sua fiction

Sabrina Ferilli si è offerta di pagare uno stipendio e di sostenere le spese legali dell'operaio tarantino di ArcelorMittal licenziato. L'uomo è stato allontanato dal posto di lavoro dopo avere condiviso su Facebook un post in cui invitava a guardare la fiction di cui l'attrice è protagonista "Svegliati amore mio".

 

Leggi anche > Ascolti Tv 12 aprile 2021, La Fuggitiva corre più di tutti ma L'Isola c'è

 

La fiction, sceneggiata e diretta da Simona Izzo e Ricky Tognazzi, racconta la storia che si dipana intorno a un’acciaieria (Ghisal) le cui polveri sottili provocano una leucemia alla figlia della protagonista. Una storia che si ispira alla realtà di alcune aziende e alcuni territori che ha spinto l'operaio Riccardo Cristello a condividerla su Facebook rischiando però il posto di lavoro.

 

La Ferillli si è però offerta di aiutare l'uomo: «L'attrice ha telefonato a Riccardo Cristello dopo aver appreso che il lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto era stato licenziato. A Sabrina Ferilli va il ringraziamento, mio e di tutto il sindacato che rappresento, per aver offerto al lavoratore la propria immediata disponibilità a sostenere le spese legali, oltre al pagamento di uno stipendio», ha fatto sapere il sindacato Usb di Taranto a LaPresse attraverso il coordinatore provinciale Francesco Rizzo.

 

Insieme a lei si è offerto di aiutare l'operaio anche Michele Riondino, protagonista della serie tv “Il giovane Montalbano”, organizzatore dell’Uno Maggio tarantino, manifestazione il cui intento consiste nel sensibilizzare sul tema della salute e dell’ambiente.


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Aprile 2021, 17:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA