RaiPlay, è boom. La piattaforma digitale gratuita spopola tra i giovani
di Marco Castoro

RaiPlay, è boom. La piattaforma digitale gratuita spopola tra i giovani

Quasi 18 milioni di utenti registrati, 27 milioni di app scaricate tra mobile e smart tv. Nello scorso gennaio 5,2 milioni di utenti attivi con una permanenza continuativa nell’app (+48% rispetto agli utenti attivi registrati nel gennaio del 2020). Quale migliore biglietto di presentazione può avere una piattaforma come RaiPlay. Piattaforma digitale che va ricordato è gratuita e si occupa di servizio pubblico.

«Dei 18 milioni di utenti va precisato che l’80% di loro ha accettato la personalizzazione dell’offerta, quindi ricevono dei contenuti raccomandati che tengono conto delle loro priorità», spiega il direttore Elena Capparelli, caposquadra vincente di un team che da poco più di un anno vanta risultati da Champions.  

«Un altro dato importante – sottolinea Capparelli – riguarda il tempo di consumo. RaiPlay vanta un +95% rispetto all’anno precedente e la percentuale del 36% su tutto il tempo complessivo di visione che ammonta a 513 milioni di ore».

 

Ma come fate a ottenere risultati così eclatanti. Quale strategia adottate?

«Numerose e su vari fronti. Si lavora su più tipologie video: l’estensione digitale dei programmi delle reti Rai, curando il live con i vari device e l’on demand. Essere tempestivi e concentrati sui contenuti vuol dire non perdere tutti quei consumatori che aumentano di anno in anno e che guardano i programmi in modo non lineare. Elaborazioni di clip che ci permettono di moltiplicare i consumi, intercettando la domanda che arriva oltre la tv classica garantendo la riuscita in tempo reale. Dopo 20 minuti il programma è sulla piattaforma. La nuova applicazione ha anche il restart. Abbiamo 4 mila titoli di catalogo».

 

Ci sono programmi che magari visti in tv non fanno grandi ascolti e che invece su RaiPlay sono super gettonati?

«Valerio Lundini è diventato uno dei comici più apprezzati. Su RaiPlay è stato un fenomeno sulla piattaforma e sui social mentre negli ascolti televisivi il suo programma non faceva grandi numeri. La Caserma e il Collegio, ad esempio, sono altri due contenuti che hanno moltiplicato gli accessi. Ci troviamo di fronte una platea digitale che ringiovanisce la platea tv grazie a un modo di seguire il programma molto più vicino ai giovani rispetto alla tv tradizionale. Tra l’altro i giovani guardano i prodotti in lingua originale e noi li agevoliamo perché ci siamo dotati di visioni nella lingua madre con sottotitoli. Abbiamo cambiato la modalità con più fruizioni. Poi abbiamo dato la massima attenzione anche alle categorie dei non vedenti e non udenti».

 

Un’attenzione particolare verso i giovani…

«Abbiano lavorato molto con l’obiettivo di intercettare dei target nuovi portando contenuti originale nella piattaforma che hanno illuminato parti del palinsesto e intercettato nuovi linguaggi. Con delle serie mirate si è cercato di entrare nei problemi degli adolescenti. Stalk per il cyberbullismo, Pure per la sessualità, Mental e tante altre».

 

Finirà che i giovani guarderanno Sanremo su Raiplay…

«Ma Sanremo i giovani lo guardano. Eccome. Il 50% dei nostri utenti registrati ha un target sotto ai 44 anni».

 

Quali programmi guardano?

«I giovani sulla piattaforma guardano tutto. La Rai ha 4000 titoli in library, film, serie Tv e documentari. Più di 1000 film in totale, quasi 600 documentari e 72 serie tv, 428 fiction, teatro, musica e i programmi di tutti i canali Rai. In questo periodo la Caserma è il programma più visto dai giovani. La serie Braccialetti Rossi ancora adesso spopola».

 

Ora arriva RaiPlay sound, una nuova freccia nell’arco del digitale.

«Un’idea che parte dal digital e coinvolge la radiofonia. Un vero progetto aziendale, abbiamo unito le due forze. La Rai ha un archivio pazzesco, si possono fare dei podcast originali coinvolgendo i programmi più seguiti, da Piero Angela a Franca Leosini e altri. Ma anche le minoranze linguistiche, le fiabe per i bambini. Di tutto di più».

 

 

I PRODOTTI ORIGINALI RAIPLAY PIU' SEGUITI

 

 

FIORELLO - VIVA RAIPLAY!

Il primo grande evento in diretta esclusiva sulla piattaforma del Servizio Pubblico, è il 13 novembre del 2019. Il programma è un varietà trasmesso dalla storica sede di Radio Rai di via Asiago 10, a Roma. Da lì Fiorello porta in scena un varietà completamente innovativo, fatto di contaminazioni e diversificazioni di stili, idee e linguaggi. Tanti gli ospiti famosi che interagiscono con lui, dai grandi nomi del mondo della musica e del cinema fino alle giovani star del web.

JOVANOTTI - NON VOGLIO CAMBIARE PIANETA

Un docu-trip esclusivo di Lorenzo Jovanotti, in 16 puntate, nel quale il cantautore percorre quasi 4000 Km, dagli Appennini alle Andre. Un viaggio nel viaggio: musiche, parole, panorami, salite, discese e tanto sudore per condividere l'avventura umana e sportiva vissuta tra Cile e Argentina. Paesaggi mai visti. Pensieri mai fatti. Parole mai dette. Un’impresa in solitaria, prima che lo stare soli fosse un'impresa da vivere tutti insieme.

DIODATO - STORIE DI UN’ALTRA ESTATE

In questa serie, uscita a Novembre, il cantautore racconta se stesso attraverso la sua musica e le città che hanno segnato la sua vita, in un viaggio che ripercorre l’Italia, a ritrovar bellezza in un’estate così diversa e inaspettata. Un viaggio alla scoperta della possibilità di rimettersi in gioco, di ricominciare, di un tempo che, si spera, “ci rincuori”.

ALLEVI IN THE JUNGLE

Giovanni Allevi è protagonista di un viaggio alla scoperta dei suoni e della musica che animano le piazze delle più importanti città italiane, in compagnia dei buskers, gli artisti di strada.

Fra le tante serie internazionali

INTO THE DARK (serie americana in esclusiva prima visione)

Serie antologica horror  targata Blumhouse Television e distribuita da Sony. La prima serie internazionale a sbarcare su RaiPlay. Ciascun lungometraggio si ispira ad una festività diversa e vanta la firma del genere thriller a puntate della Blumhouse

LO STRAORDINARIO MONDO DI ZOEY (serie americana  in esclusiva prima visione )

A causa di un incidente durante una risonanza magnetica Zoey, programmatrice informatica di San Francisco, scopre il potere di comprendere i sentimenti più intimi delle persone che comunicano con lei, attraverso le canzoni. Una romantic comedy targata Lionsgate, sulla scia di Glee e Crazy Ex Girlfriend, che in USA ha dimostrato di saper intercettare il pubblico dei millennials soprattutto sulle piattaforme digitali.

STALK  (serie francese in esclusiva prima visione )

Lux e un geek eccezionalmente dotato, che viene pesantemente umiliato dagli studenti più anziani, che frequentano insieme a lui la facoltà di ingegneria. Per vendicarsi, utilizzerà le sue grandi capacità informatiche perseguitandoli, hackerando i loro cellulari e computer compreso quello di Alma, la ragazza di cui è innamorato, trasformandosi da vittima in carnefice.

PURE(serie britannica in esclusiva prima visione )

Serie britannica prodotta da BBC e acclamata dalla critica, incentrata sul disturbo ossessivo compulsivo di Marnie, ventiquattrenne scozzese in preda a un vortice inconfessabile di cattivi pensieri a luci rosse che la porteranno, grazie a nuovi amici, a ritrovare se stessa.

BEFOREIGNERS (serie  scandinava in esclusiva prima visione)

Serie scandinava, prodotta da HBO Europe, basata sulle indagini del detective Haaland, che seguendo le tracce di un misterioso omicidio scoprirà i Beforeigner, uomini di epoche passate, trasportati nel XX secolo.

MENTAL (serie italiana in prima visione esclusiva)

Serie italiana prodotta da Rai Fiction e Stand by me. Racconta le vicende di un gruppo di ragazzi con problemi psichiatrici, alle prese non solo con le proprie patologie ma anche con i sentimenti, gli errori, gli interrogativi e le passioni dell’età adolescenziale, che complicano la vita fuori e dentro l’ospedale nel quale si trovano.

I più recenti:  INTO THE DARK 2 e ad aprile NUDE E LO STRAORDINARIO MONDO DI ZOEY 2

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio 2021, 12:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA