Paolo Bonolis, ira dopo le incomprensioni con Mediaset: «Potrei tornare in Rai»

Non si placa l'ira di Paolo Bonolis, in polemica con Mediaset per la decisione di sospendere le puntate inedite di Avanti un altro e di mandare in onda le repliche di questa ultima edizione. Il conduttore televisivo aveva già espresso la sua contrarietà per la scelta dell'azienda ed ha lanciato, nel corso di alcune dirette Instagram, una vera e propria rivelazione-bomba.

Leggi anche > Mediaset sospende Avanti Un Altro, Paolo Bonolis furioso: «Perché interromperci quando il prodotto è completo?»​



In diretta con i propri follower, Paolo Bonolis ha affermato: «Non so perché l'azienda ha preso determinate decisioni, non me l'ha spiegato nessuno anche perché sono irrintracciabili. Le repliche di Avanti un altro e Ciao Darwin sono quelle dell'ultima edizione, quindi credo che alla fine della fiera sia una questione economica. L'altra cosa che non ho capito è stato mandare Ciao Darwin in onda contemporaneamente a 'Il meglio di Viva RaiPlay': sono entrambi fenomeni di divertimento e di alleggerimento della tensione, che potevano mandare in giorni diversi in modo da non costringere il pubblico a scegliere, però che ce devo fà?».

La rivelazione-bomba, però, arriva dopo, quando Paolo Bonolis parla della trasmissione Il senso della vita. «Non credo tornerà, a meno che non lasci Mediaset per tornare in Rai. E questo potrebbe accadere... Non siamo proprietari delle televisioni, ed ognuno ha preso la propria strada» - ha spiegato il conduttore televisivo - «Io, tutto sommato, mi diverto anche molto nella leggerezza non ipocrita e quasi fanciullesce, di Ciao Darwin e Avanti un altro. Io e Luca Laurenti ci divertiamo a desacralizzare ciò che stupidamente è stato reso sacro».
Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Marzo 2020, 22:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA