Paola Perego, stasera Superbrain: «La Rai aiuti i miei cervelloni. Per la Talpa aspetto Freccero»
di Donatella Aragozzini

Paola Perego, stasera Superbrain: «La Rai aiuti i miei cervelloni. Per la Talpa aspetto Freccero»

Tornano i “cervelloni” di Paola Perego. Da stasera, per quattro prime serate su Ra1, va in onda la quarta stagione di Superbrain-Le supermenti, il programma Endemol che vede sfidarsi persone dalle straordinarie capacità mentali.

Ci saranno delle novità?

«Il format è quello, ma ogni anno si alza l'asticella. Con me ci sarà stavolta Francesco Paolantoni che, tra le altre cose, curerà gli “Extrabrain”, dei casting dove vedremo alcuni aspiranti concorrenti validi e altri meno, un po' comici. E poi in ogni puntata ci sarà una sfida internazionale tra un partecipante italiano e uno straniero che si cimenteranno nella stessa prova, la prima sarà Italia-Portogallo».

Come reclutate i concorrenti?

«Alcuni si propongono, altri li andiamo a cercare vedendo magari delle prove postate sui social o attraverso il passaparola. La preparazione del programma è molto lunga ma quelli che troviamo sono pazzeschi: io ancora mi stupisco quando li vedo, molto spesso mente e fisico sono portati al limite. Se il cervello può fare queste cose, io ne uso un millesimo!».

Cosa ne pensa della controprogrammazione di Rai2, che ha scatenato la polemica tra suo marito Lucio Presta e il direttore di rete Carlo Freccero?

«Voglio dire solo una cosa: se in Rai si cominciasse ad avere più sinergia tra le reti, visto che è la stessa azienda, sarebbe meglio per tutti. In Mediaset c'è, in Rai invece questa cosa manca un po'».

A proposito di Freccero, si vocifera che voglia riproporre il suo programma La talpa.

«Sì, i miei social sono invasi dalle richieste dei fan, come se dipendesse da me! Aspetto la sua telefonata: per quanto mi riguarda, mi piacerebbe molto rifarlo, è un programma che nasce a Rai2 e sarebbe giusto riportarlo su quella rete».

In estate ha riscosso successo di ascolti e di critica con Non disturbare. Ci sarà una seconda edizione?

«Ne stiamo parlando con il nuovo direttore di rete, Teresa De Santis. Spero proprio che si possa rifare, io sono curiosa e mi piace sentire la vita delle persone. E la seconda serata permette più intimità, escono fuori cose meravigliose. Stavolta le protagoniste potrebbero essere non solo donne dello spettacolo ma anche qualcuna che si è distinta in altri campi».

A giugno scorso ha debuttato in radio: replicherà quell'esperienza?

«Non so se ci sarà occasione, ma è stata un'esperienza bellissima, una cosa nuova, inaspettata ma divertente. Poi la radio dà più libertà, non devi truccarti o vestirti in un certo modo, conta solo la parola. Però ora sono impegnata in tv... e poi è nato da poco mio nipote, faccio la nonna!».

Che nonna è?

«Sono pazza di gioia! Faccio vedere la foto di mio nipote a tutti, trovo sia il bambino più bello del mondo! Ma ho molto presente che è di mia figlia, non mio. L'amore per un nipote è grandissimo ma diverso da quello che si prova per i figli».
Venerdì 11 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 08:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME