Pamela Prati a Domenica In, la commissione di vigilanza interviene sull'intervista ma la Venier precisa: «Non è stata pagata»

Pamela Prati a Domenica In, Mara Venier precisa: «Non è stata pagata»

Pamela Prati a Domenica In ha fatto molto discutere. L'intervista con Mara Venier ha diviso il pubblico tra coloro che hanno apprezzato e ironizzato sul suo ritorno in tv e chi invece si è sentito anche preso in giro dalla soubrette che solo qualche mese fa nello stesso salotto aveva dichiarato di avere dei figli ed essere prossima alle nozze, con una persona che poi abbiamo scoperto....non esistere.

Leggi anche > Pamela Prati: «Mark Caltagirone? Ero plagiata dal sistema. La parola 'bastarda' mi tormenta ancora oggi»

La sua ospitata non è piaciuta nemmeno a Michele Anzaldi di Italia Viva, membro della commissione di vigilanza dei servizi radiotelevisivi che si è scagliato contro la Rai, ricordando quella che ha definito "intervista truffa" della Prati lo scorso anno.

Quello che ha indignato è il fatto che siano stati dati dei soldi a una persona che ha dichiarato il falso, davanti a milioni di telespettatori. Anzaldi ha attaccato: «Inspiegabile la decisione di Rai1 di richiamare Pamela Prati a Domenica In, dopo l'ospitata-truffa dello scorso anno sul finto matrimonio rivelatosi una bufala (e persino pagata 3mila euro), e addirittura la scelta di promuoverle il nuovo libro. Tra tutti gli scrittori italiani, davvero la più meritevole di essere promossa, tanto addirittura da essere la prima ospite che torna in studio dopo le settimane del lockdown, era Pamela Prati? Non c’era nessun altro libro e scrittore degni di essere intervistati e approfonditi su una delle trasmissioni più seguite della prima rete del servizio pubblico? Davvero il libro di Pamela Prati rappresenta un appuntamento culturale così imperdibile da vederle riservato uno spazio così importante? Per la Rai il caso Prati, è bene ricordarlo, fu un danno d’immagine e di credibilità incalcolabile».

A placare le polemiche è stata subito la conduttrice, Mara Venier, che ha spiegato che Pamela non è stata pagata e l'intervista è stata a titolo gratuito. Nessun soldo pubblico è stato speso per la soubrette che ha voluto ancora una volta ribadire la sua posizione in merito alla vicenda Mark Caltagirone affermando di essere stata plagiata. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Maggio 2020, 13:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA