Pagelle tv, promossi e bocciati del 2020. Conti da lode, bene Carlucci, Clerici e De Filippi. Male Bortone, Gruber e Volpe
di Marco Castoro

Pagelle tv, promossi e bocciati del 2020. Conti da lode, bene Carlucci, Clerici e De Filippi. Male Bortone, Gruber e Volpe

È stato un autunno televisivo più che positivo dopo l’abbuffata di repliche dovute alla pandemia e l’emergenza primaverile. Ci sono alcuni momenti che resteranno scolpiti nella mente dei telespettatori. Come il concerto di uno straordinario Gianni Morandi nella deserta basilica di Assisi in compagnia del solo Carlo Conti. Il conduttore è il vero protagonista di questo periodo così travagliato. Ha perfettamente interpretato la sofferenza e la voglia di rinascere degli italiani. Il "David" senza i nominati, i programmi senza né pubblico né ospiti. È finito all’ospedale con il Covid durante il suo "Tale e Quale" che poi ha condotto da casa. Chapeau direbbe la sua regina della giuria, Loretta Goggi. Una medaglia al valore va anche a Milly Carlucci per aver condotto una delle edizioni più travagliate di "Ballando con le Stelle".

 

 

 

CARLO CONTI 10 - Anche nell’autunno di un anno orribile, il conduttore merita il voto più alto. Ha saputo riaccendere la tv pure nei momenti più bui ridando fiducia alla gente. Ha condotto senza pubblico, ospiti, la cerimonia dei David, il concerto di Assisi con Gianni Morandi, i programmi Top 10 e Tale e Quale (da casa con il Covid).

 

LA REGINA DEGLI SCACCHI 9 - Le serie Tv e le fiction Rai hanno fatto la parte del leone. Oltre al solito Montalbano che fa ascolti super anche con le repliche sale sul gradino più alto del podio la Regina degli Scacchi (Netflix). Ottima performance anche per il Doc Luca Argentero e Petra di Paola Cortellesi (Sky). 

 

MILLY CARLUCCI 8 - È riuscita ad arrivare in porto con una nave carica di problemi. Ballerini, concorrenti: tutti hanno avuto momenti difficili da superare. Milly ha tenuto saldamente il timone di Ballando ed è andata in porto. Merita l’8 anche la sua rivale del sabato sera, Maria De Filippi per la quale non ci sono più aggettivi. 

 

ANTONELLA CLERICI 7,5 - È come se non avesse mai lasciato il video. È tornata in splendida forma sia a mezzogiorno sia in prima serata con The Voice Senior, un programma che ha convinto anche i più scettici. Un 7,5 merita Francesca Fialdini, volto su Rai1 è sinonimo di affidabilità. La domenica dopo Mara completa il pomeriggio.

 

ELISABETTA GREGORACI 7+ - È stata la trascinatrice di questa edizione del Grande Fratello Vip. Merita un 7 anche Elisa Isoardi che seppure non abbia una trasmissione da condurre ha partecipato con successo a Ballando. Sette più anche ad altre due icone Mediaset come Michelle Hunziker e Silvia Toffanin.

 

MAX GIUSTI 7 - Il suo Boss in incognito è stato uno dei programmi più ammirati di Rai2. Ottimi risultati anche per Il Collegio. Meritano il 7 Alessandro Cattelan (X Factor) e, per le loro inchieste “scomode”, Massimo Giletti e Sigfrido Ranucci, Veronica Gentili che spicca per personalità. Pierluigi Pardo perché senza di lui non è Tiki Taka.

 

ALBERTO MATANO 7 - La sua Vita in Diretta è esplosa negli ascolti. E si prende la soddisfazione di vincere con i competitor del Biscione. Tengono alta la bandiera di Rai1 Eleonora Daniele, Amadeus, Mara Venier, il Tg1, Bruno Vespa, Piero e Alberto Angela, Flavio Insinna, Marco Liorni, Beppe Convertini e Ingrid Muccitelli.

 

CROZZA, STRISCIA e LE IENE 7 - L’imitatore è sempre super e i due programmi vanno con il pilota automatico. Un voto alto anche a Chi l’ha Visto? con Federica Sciarelli. Tra le conduttrici di Rai3 bene Giusi Sansone (Linea Notte), Luisella Costamagna (Agorà) e Camila Raznovich (Kilimangiaro).

 

STEFANO MASSINI 7 - Il drammaturgo si sta mettendo in mostra anche in tv. Dopo Corrado Formigli a Piazza Pulita il programma con Andrea Delogu. I suoi monologhi da divulgatore piacciono. Un bravo anche ad Andrea Purgatori per il suo Atlantide (La7) e Andrea Pucci per aver rivoluzionato il Tg4 delle 19 con news e approfondimenti.

 

DEL DEBBIO e I TALK 6,5 - Da Paolo Del Debbio (o dal fratello visto il nuovo look) per proseguire con Floris, Giordano, Formigli, Porro, Palombelli, Berlinguer, Fazio, d’Urso, Zoro i talk in prima serata si difendono. I nuovi arrivati no. Titolo V di Rai3 con Elisei e Vicaretti galleggia ma Seconda Linea di Rai2 con Giuli, Fagnani e Parisella è naufragato.

 

BONOLIS, SCOTTI & C. 6,5 - Sono i cavalli di razza di Mediaset: Paolo Bonolis, Gerry Scotti, Filippo Bisciglia, Alessia Marcuzzi, Gianluigi Nuzzi, Alessandra Viero, Maurizio Costanzo, Federica Panicucci. Ai quali si aggiunge la simpatia di Gene Gnocchi. Meritano la standing ovation Enrico Mentana (La7) e Lucia Annunziata (Rai3).

 

SANDRO PICCININI 6 - A Sky il calcio funziona alla grande. Le percentuali di share più alte si raggiungono con le partite. Del resto il bouquet è ricchissimo di sport, anche MotoGp, Formula 1 e Tennis. Sulle serie e sulle grandi produzioni l’impegno si vede. Complimenti a Fabio Caressa per l’ingaggio di Sandro Piccinini.

 

SERENA BORTONE 5,5 - Il programma pomeridiano di Rai1 non è decollato. Qualcuno rimpiange Pierluigi Diaco. Non merita la sufficienza neanche Bianca Guaccero. Il suo Detto Fatto su Rai2 non cresce e  ha avuto qualche caduta di stile che poteva risparmiarsi. Insufficienza anche per Myrta Merlino per colpa del flop domenicale che non è l’Aria che tira.

 

LILLI GRUBER 5 - Il suo Otto e Mezzo vola negli ascolti. Ormai spesso è anche 8 e mezzo di share. Ma proprio perché il programma è cresciuto in autorevolezza non può permettersi scivoloni con discussioni esagerate e soprattutto domande tipo quelle che la conduttrice ha rivolto a Maria Elena Boschi sulle mascherine.

 

VITTORIA e CORONA 4,5 - Le sofferenze sessuali e private di Vittoria Schisano hanno fatto compagnia per tutte le esibizioni a Ballando. A un certo punto hanno stancato pubblico e giuria. Come hanno stancato le uscite spesso burbere di Mauro Corona a Carta Bianca. Nonostante ciò la Berlinguer sta facendo di tutto per riaverlo in trasmissione.

 

ADRIANA VOLPE e TV8 4 - L’esperimento del mattino è naufragato. Il contenitore ha dimostrato di non essere né carne né pesce e di non poter competere con la concorrenza delle ammiraglie e delle altre generaliste. Tv8 resta una rete incompiuta. Soprattutto in prima serata dove non riesce a superare le reti monotematiche. X Factor e Borghese non bastano.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Dicembre 2020, 21:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA