Da Baglioni a Mariotto, da Diaco alla Clerici: promossi e bocciati della tv
di Marco Castoro

Da Baglioni a Mariotto, da Diaco alla Clerici: promossi e bocciati della tv

De Filippi, Vespa, Floris laureati. Il resto? Tutti i voti

Maria De Filippi, Carlo Conti, Eleonora Daniele, Bruno Vespa, Maurizio Costanzo: come si può dare l’ennesimo voto 10 in pagella a monumenti che hanno già in tasca da anni la laurea televisiva con tanto di lode? In questi scrutini autunnali delle reti generaliste non li abbiamo messi in classifica per non essere ripetitivi, così come Milly Carlucci e Paolo Belli, Paola Ferrari il volto che accompagna gli Azzurri, Piero e Alberto Angela, Paolo Bonolis, Mara Venier, Fabio Fazio (che quest’anno si è superato con ospiti davvero prestigiosi), Barbara Palombelli, Giovanni Floris, le Iene, Striscia la Notizia, Report, Chi l’ha visto? E ancora le fiction della Rai, vecchie e nuove, ma anche quelle di Canale 5 che non sono andate affatto male, anzi hanno colmato un vuoto pluriennale del Biscione. Qualche esempio: "Storia di una famiglia per bene", “Buongiorno mamma”, “Luce dei tuoi occhi”, “Tutta colpa di Freud”.



10 CLAUDIO BAGLIONI
Tre supershow con grandi ospiti, degno - se non superiore - del cast di Sanremo. Duetti, pezzi live e show dei comici che sono intervenuti in massa. Pensate a un Festival con Eros Ramazzotti, Renato Zero, Zucchero, Antonello Venditti, Ultimo, Achille Lauro, Marco Mengoni, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Ornella Vanoni, Fabio Concato, Andrea Bocelli, Il Volo, Umberto Tozzi.

 


9 AMADEUS
Oltre al successo dei Soliti Ignoti che arriva a una media intorno ai 5 milioni ogni sera e al Sanremo Giovani con passerella dei big c’è da dire che il 9 in pagella è per la sua ottima performance come dj all’Arena di Verona per l’evento sugli anni ’60-’70 e ’80. Con la presenza di gruppi che hanno segnato la storia come gli Europe e i Village People.

 


8 ALBERTO MATANO
La Vita in diretta ormai ottiene in media ascolti di 2 milioni e mezzo di spettatori e oltre il 18% di share e ha ridimensionato le velleità del Pomeriggio Cinque di Barbara d’Urso. A rafforzare la squadra degli inviati quest’anno sono arrivati due volti noti, due conduttori di tiggì come Filomena Leone (SkyTg24 e TgCom) e Marco Piccaluga (SkyTg24 e La7).

 


7,5 TOFFANIN, GASSMANN, ARISA
La conduttrice di Verissimo (Silvia Toffanin, foto sotto) ha vinto anche la scommessa sulla domenica. L’attore ha conquistato il pubblico di Rai1 con “I Bastardi di Pizzofalcone” e con “Un Professore”. Arisa ha vinto Ballando con bravura e simpatia. E che dire dei Gemelli di Guidonia? La vera rivelazione del Tale e Quale Show.

 

 


7 DIACO, RONCACCI, FIALDINI, MORENO
In Rai Pierluigi Diaco (foto, sotto) merita più spazio. E Fuortes lo sa. È un conduttore che con le sue domande va dritto al cuore. Marzia si è fatta apprezzare con il Tg2Italia risalito negli ascolti, Francesca con il domenicale “Da Noi a ruota libera”. Alla comitiva si aggiunge anche Stefania Orlando con un’interpretazione superba di Mina a “Tale e Quale”. Davvero impeccabile la conduzione a Tg2 Post di Manuela Moreno.

 


6,5 CLERICI, HUNZIKER, PAPI, TECCE
Antonellina (Clerici, foto sotto) è tornata in grande spolvero. Più che positivo il ritorno di Papi a Mediaset con “Scherzi a parte”. Di Max Giusti va ammirato il coraggio di rimettersi in gioco. Michelle è sempre Michelle. Buono il programma “Onorevoli Confessioni” di Laura Tecce. Alessandro Cattelan sta troppo avanti per Rai1, non merita tutte le critiche ricevute. Serena Bortone cresce.

 


5 DE GREGORIO, SIGNORINI, MALGIOGLIO
A In Onda su La7 Concita si erge troppo spesso a professorina sia con gli ospiti sia con il partner David Parenzo. Malgioglio si cala troppo nel suo personaggio di rottura e spesso diventa pesante. Di Signorini (foto sotto) invece non sono piaciuti certi scivoloni durante il Gf Vip, scivoloni anche assai clamorosi.

 

 


4 GRUBER, FORMIGLI E D’URSO
A proposito di scivoloni non sono passati inosservati quelli di Gruber su Giordano e di Formigli. A PiazzaPulita scandaloso il comportamento della sardina che non fa parlare Carlo Calenda: un vero esempio di tv faziosa anche perché il conduttore non è intervenuto. La d’Urso (foto sotto) a Mediaset è entrata in una bolla che la rende poco visibile.

 


3 DEL DEBBIO, GIORDANO E BRINDISI
I talk di Rete4 sono diventati una gazzarra. Troppe risse verbali e ospiti che si parlano sopra. Con i conduttori che godono e ridono sotto i baffi. Per non parlare di certi apprendisti stregoni che passano per esperti generando tra la gente uno stato confusionale. Meglio di loro sta facendo Veronica Gentili con “Controcorrente”. (Foto sotto, Mario Giordano)

 

 

 


2 CERAN, LUCA E PAOLO, MORGAN
Quelli che il calcio in prima serata è stato un autogol per Rai2. Meglio di pomeriggio. Morgan (foto sotto) è un grande artista. Cantante, compositore, musicista ma deve darsi una calmata. Non può prendere di petto e offendere chiunque con quel suo modo di essere arrogante e stravagante a dir poco. Anche quando ha ragione finisce per avere torto.

 

 


1 FRANCESCA PARISELLA
La conduttrice di “Anni 20”, il talk di Rai2 andato in onda in prima serata e poi relegato in seconda è stata un flop clamoroso, nonostante l’impegno degli autori e degli inviati. Bastano gli ascolti ottenuti per dare il voto: 1 come lo share segnato. Sicuramente con un’altra conduttrice il programma sarebbe andato meglio.

 

 


0 GUILLERMO MARIOTTO
Chi di zero ferisce di zero perisce. Il suo atteggiamento da supereroe è respingente. Così come i suoi voti che sono faziosi e falsano la graduatoria. Troppa mania di protagonismo. Lo si vede già da come agita le palette prima di esprimere il suo voto. Dopo lo zero ad Albano, Fabio Canino gli ha consigliato di prendere un taxi e andarsene subito.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Dicembre 2021, 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA