Non è la D'Urso, Eliana Michelazzo: «Ho denunciato Pamela Perricciolo. Ho detto una marea di cavolate, scusatemi»
di Ida Di Grazia

Non è la D'Urso, Eliana Michelazzo: «Ho denunciato Pamela Perricciolo. Ho detto una marea di cavolate, scusatemi»

«Ho denunciato Pamela Perricciolo, tutto questo lo ha creato lei. Ho detto una marea di cavolate, scusatemi», così Eliana Michelazzo in diretta a Live non è la D'Urso. Interrogata dalla presentatrice la Michelazzo ha raccontato tutto, ha ammesso di essere stata in questura, di aver denunciato la sua ex socia e non è convinta che Pamela Prati sia una vittima.

Non è la D'Urso, Barbara furiosa con Eliana Michelazzo: «Non ti sei posta il problema che c'era qualcuno che ti prendeva per il cu*o»​
Non è la D'Urso, Eliana Michelazzo confessa tutto: «Ho detto di aver visto Mark Caltagirone per non sembrare pazza» 



Eliana Michelazzo torna a Live non è la D'Urso questa volta non per difendere Pamela Prati ma nel ruolo di vittima.

La storia se fosse vera sarebbe una sceneggiatura perfetta per una serie tv. Ci sono tante falle, troppe, Eliana per dieci anni ha pensato di essere sposata con un uomo che non esisteva, ha retto il gioco del matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone in combutta con la sua ex amica Pamela Perricciolo, per poi tirarsene fuori quando ha visto la barca affondare. Ma dove sta la verità? E' ancora presto per saperlo e la puntata di questa sera che abbiamo seguito in diretta su Leggo.it, è solo la prima di una lunga serie di programmi che su questa storia "camperanno" per lungo tempo.

La D'Urso tra le altre cose la ha chiesto perchè si è recata in questura:«Ho denunciato Pamela Perricciolo, tutto questo lo ha creato lei. Dopo la confessione che ho fatto, l'ho sentita. Il problema è che la Pericciolo mi diceva sempre che si prendeva le gocce e io avevo paura potesse farsi del male. Avevo sensi di colpa... le ho sempre creduto, era un'amica, una sorella».

E sulla storia dell'acido la Michelazzo ammette: «Si è inventata tutto ( la Perricciolo), questo ora l’ho capito», gli inquirenti hanno dimostrato che non si trattava di acido.

La D'Urso le dice di aver fatto controllare i numero da cui riceveva i messaggi e le chiamate: «Nessu numero è intestato a Simone Coppi e posso dirti che queste due utenze sono intestati a due donne che forse tu conosci», e le porge la busta con la documentazione «Una sì l'altra no... che schifo» risponde Eliana Michelazzo «Questa scema qui ha creduto per dieci anni, quando parlavo con Simone, Pamela Perricciolo era nella stanza. Pamela Prati deve ammettere che Mark Caltagirone non esiste. Barbara io ho detto una marea di cavolate e me ne vergogno. Chiedo scusa a tutti, però devo dire anche che grazie a questa storia ho scoperto quello che è successo a me».
Giovedì 23 Maggio 2019, 00:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA