Star di Netflix suicida a 23 anni, anche la mamma si toglie la vita quattro mesi dopo
di Nico Riva

Star di Netflix suicida a 23 anni, anche la mamma si toglie la vita quattro mesi dopo

A distanza di quattro mesi l'una dall'altra, figlia e madre si sono entrambe tolte la vita. La prima suicida è stata Daisy Coleman, 23 anni, star statunitense di Netflix. Lo scorso agosto, la ragazza si è uccisa con un colpo di pistola durante una videochiamata con il suo fidanzato. Ieri sera è stato ritrovato il corpo senza vita di sua madre, Melinda Coleman. Anche lei ha compiuto l'estremo gesto del suicidio. 

 

Leggi anche > Daisy Coleman morta suicida a soli 23 anni: aveva raccontato su Netflix gli abusi sessuali subiti

 

 

 

Melinda Coleman era distrutta dalla morte prematura della figlia Daisy, scrive il The Sun. Lo scorso 4 agosto, la giovane protagonista dello show di Netflix del 2016, Audrie & Daisy, si procurò una ferita d'arma da fuoco fatale. Daisy premette il grilletto davanti al fidanzato, durante una videochiamata su FaceTime. Nel documentario realizzato per la piattaforma di streaming, Daisy e altre ragazze hanno raccontato gli abusi sessuali subiti quando erano ancora minorenni, intorno ai 13-14 anni. Al tempo, Melinda Coleman aveva raccontato al Sun quanto la sua famiglia, in seguito a questi tragici eventi, aveva lottato strenuamente e quotidianamente per mantenere Daisy in vita. La ragazza infatti aveva tentato più volte il suicidio. Recentemente, Daisy aveva pure scoperto che, a causa dello stupro subito, non avrebbe potuto avere figli. 

 

Ora, purtroppo per la famiglia Coleman, la storia si ripete. SafeBae, il gruppo di prevenzione antistupro creato da Daisy, vittima a sua volta di violenze, ha dato l'annuncio su Instagram: «Siamo scioccati e distrutti nel darvi la notizia che abbiamo perso Melinda Coleman per suicidio. Il lutto infinito per la perdita del marito, del figlio Tristan e della figlia Daisy era più di quanto potesse sopportare la maggior parte del tempo. Melinda era una veterinaria, una madre, una moglie, una body builder. Amava e credeva nei suoi figli, e i nostri cuori vanno a loro, Logan e Charlie Coleman. Non siete soli».

 

La Morte si è abbattuta sulla famiglia Coleman a partire da Michael, padre di Daisy e marito di Melinda. Morì nel 2007, quando la piccola Daisy aveva solo dieci anni, in un incidente d'auto. Undici anni dopo, nel giugno del 2018, Tristan Ash Coleman, uno dei tre fratelli di Daisy, perse la vita nello stesso tragico modo. Il 2020, tra agosto e dicembre, se ne sono andate di propria volontà Daisy e sua madre Melinda. Logan e Charlie Coleman, fratelli maggiori di Daisy, sono gli unici rimasti fra le ceneri di una famiglia distrutta. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Dicembre 2020, 11:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA