Miss Italia, show lento e deludente. Non bastano Diletta Leotta e Facchinetti

di Marco Castoro
Miss Italia 2018 è la numero 12, Carlotta Maggiorana. Ha battuto in finale Fiorenza D'Antonio (n. 29). Terzo posto per la numero 8, Chiara Bordi, la ragazza con la protesi. «Dedico la vittoria a mio padre che non c'è più - dice a caldo Carlotta - ora sogno il grande cinema, vorrei lavorare con Denzel Washington e Meryl Streep». La vincitrice è stata incoronata dopo un'estenuante maratona per concorrenti e telespettatori (a confronto Enrico Mentana fa la figura del dilettante). Ore e ore in attesa di un verdetto, con le aspiranti miss che sognano una corona e una fascia che oggi valgono davvero poco.

Frizzi, il ricordo commovente e l'omaggio di Miss Italia. A vincere la fascia è Mara Boccacci
Miss Italia, Chiara Bordi arriva terza, Facchinetti accusa gli haters:«Siete dei Deficienti»

Ma lo show deve continuare. A Francesco Facchinetti e Diletta Leotta (che ha confermato di essere stata esclusa dalla finale qualche anno fa) il compito di rianimare un concorso in coma irreversibile (sotto il 2% di share la semifinale). Perché anche in finale i dati di ascolto non hanno raggiunto i picchi sperati: 4,9% la media share, sotto i 700 mila spettatori davanti alla tv, un punto e mezzo e 240 mila spettatori in meno rispetto all'edizione del 2017, in calo anch'essa rispetto alle precedenti stagioni. Una lenta agonia che continua.
 
 


In questa edizione tutti gli occhi sono stati puntati su Chiara Bordi, che ha sfilato con la protesi, mostrando tanto coraggio. Si è messa in gioco e a quei deficienti (cit. Facchinetti) che l'hanno trattata come un animale da circo, ha risposto per le rime: «Perché devo fare pena? Sono arrivata in piedi come tutte le altre, ho indossato i tacchi».
Molto toccante il ricordo di Fabrizio Frizzi. Patrizia Mirigliani ha detto che «Per tutti noi Fabrizio non morirà mai» e ha consegnato la fascia dedicata al conduttore scomparso a una delle ragazze (Mara Boccacci), scelta dal gruppo, per il suo carattere buono e simpatico. Doveva esserci anche la vedova, Carlotta Mantovan, ma problemi di lavoro l'hanno tenuta lontano (i maligni pensano invece a un forfait).

Una volta rimaste in dieci le finaliste hanno dato vita al duello sulle domande (e sulle gaffe), con il sorteggio di Alice Rachele, Miss Italia 2017. La matematica ha fatto la selezione. Non sapere quanto fa 6x8 è grave. Infatti, quando qualcuna ha indovinato il 4x9 c'è stato l'applauso. Qualche lacuna anche sui proverbi (abbiamo ascoltato che la gallina vecchia fa buon uovo). Con la giuria Solenghi-Lopez-Pupo-Cucinotta-Magnini-Scanzi-Borghese che ha selezionato le finaliste. Il resto l'ha fatto il televoto. Pupo polemico perché secondo lui conta solo la bellezza. Dulcis in fundo l'ammissione della Cucinotta: le donne vanno scelte dagli uomini.

riproduzione riservata ®
Martedì 18 Settembre 2018, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA