Maria De Filippi, ospite di Raffaella Carrà, rivela: «Adottare mio figlio Gabriele la cosa più bella che mi potesse succedere»

di Emiliana Costa
Maria De Filippi, ospite di Raffaella Carrà nel programma A raccontare comincia tu, ha messo a nudo un suo lato inedito. Dolce e di mamma severa e apprensiva. «Maurizio - spiega Maria - aveva già due figli grandi. E io ho scelto Gabriele. È stata una cosa che volevo fare da tempo. Penso che sia una scelta e io l’ho fatta non perché non potessi fare altrimenti, ma perché lo volevo».

Maria De Filippi, il tradimento e la storia d'amore con Maurizio Costanzo: c'entra Marta Flavi
Ascolti Tv 25 aprile 2019. Vince la Coppa e la coppia De Filippi e Costanzo. Maria riporta in auge la Carrà e Maurizio fa il record

E continua: «È stata la cosa più bella che mi potesse succedere. Aveva 10 anni e non ho mai avuto paura. La cosa fantastica di quando fai questa scelta è che hai un periodo di conoscenza. All’inizio quando arrivi sei piena di 'boh, chissà', ma la cosa bella è anche lui ti sceglie. Lui aveva già non scelto due volte, è un testone. Ci eravamo già visti due volte, poi è venuto a Natale a casa, è stato 10 giorni, in cui sei tu sotto esame. Fai fatica ad accettare di essere esaminata, perché non era più lui, ma l’assistente sociale a metterti in esame. Dopo dieci giorni, l’assistente sociale arriva per fargli delle domande e tu non puoi assistere, sei nell’altra stanza e friggi, perché tu non puoi avvisarlo prima».



Maria poi parla del rapporto con Gabriele: «Io sono molto severa con lui, a volte quanto mia madre e mi dispiace perché a volte la reputavo troppo severa, ma con lui ho fatto lo stesso. Per me è assurdo dover essere per forza sposati per adottare, perché oltretutto ci sono dei modi per aggirare la legge. Nei Paesi civili si può farlo senza essere sposata, a volte sembra che l’Italia non sia un paese civile».
Venerdì 26 Aprile 2019, 11:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA