Argentero: «Vorrei tornare a Striscia. Il successo di Doc? Inaspettato»

Soddisfatto sul lavoro, felice nella vita privata. L'attore, dopo Nina Speranza, sta per diventare padre per una seconda volta

Video

di Luca Uccello

È stata una sorpresa. Luca Argentero a Striscia la Notizia ha lasciato il segno. E chissà che in futuro non possa tornare a condurre ancora il Tg satirico di Canale 5. Magari non solo per una settimana, senza esagerare perché «nessuno degli artisti può sopportare più di due mesi di conduzione». Parola di Antonio Ricci.

Il Marchese: apre a Milano il locale di successo romano. All'inaugurazione anche Luca Argentero

Striscia la Notizia, cambiano (ancora) i conduttori: out Luca Argentero, con Siani torna Vanessa Incontrada

Luca Argentero papà bis, foto del pancino di Cristina Marino e annuncio social: «Una nuova luce»

L'intervista

E il dottore più bello della televisione cosa ne pensa?
«Antonio ora mi guarda con occhio diverso, di uno che si è proiettato in avanti. E se me lo chiedesse ancora accetterai…».


Argentero questa volta non ha recitato una parte. È stato se stesso, forse come mai gli è capitato davanti a una telecamera.
«Non si può essere diversi da se stesso quando ti trovi dietro quel bancone. Non si può recitare un personaggio come faccio abitualmente. Non mi sono nemmeno preparato un granché perché questo è l’ambiente più familiare che mi è capitato di vedere in questi 20 anni di carriera».


Una famiglia che le ha arredato il camerino come il suo studio. Foto, ritagli, tutto al posto giusto. Il successo di Striscia?
«Non mi sono mai preoccupato dei numeri. A un certo punto smetti di preoccuparti, pensi solo a fare il meglio, a dare tutto. Nel caso di Doc - Nelle tue mani ci sono stati numeri inaspettati in un momento storico particolare che poteva essere una tragedia».


E invece è stata una delle serie più seguite in tv.
«Io non ho mai la percezione di come andrà e ho imparato anche a fregarmene. Perché non dipende solo dalla bontà di quello che fai. Io provo sempre a fare il meglio di me. Il risultato è un mix di cose che non può dipendere solo da una persona».


Soddisfatto sul lavoro, felice nella vita privata. Perché dopo Nina Speranza, sta per diventare padre per una seconda volta.
«Gli uomini hanno pochissimi meriti nella gravidanza. Io ho fatto il minimo sindacale (ride)».


Tutto merito di sua moglie, Cristina Marino.
«Sì, sono felice ma vivo tutto anche con un po’ di apprensione se penso al domani. Cerco di essere felice perché la vita ci ha fatto capire che è meglio raccogliere il meglio di ogni giornata».

 

Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Ottobre 2022, 08:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA