Lino Banfi a Oggi è un altro giorno: «Al Papa ho detto della preghiera di mia moglie di morire insieme. Lui ha risposto così»

Lino Banfi a Oggi è un altro giorno: «Al Papa ho detto della preghiera di mia moglie di morire insieme. Lui ha risposto così»

L'attore ha festeggiato i 60 anni di matrimonio e ha raccontato dell'incontro con il Papa

Lino Banfi, ospite di Serena Bortone, a Oggi è un altro giorno, parla dell'incontro con Papa Francesco di qualche giorno fa. Un onore per l'attore che ha voluto pregare insieme al Pontefice per il mondo e per il suo matrimonio ed è grato per le sue parole. Il giorno prima aveva festeggiato con la moglie il sessantesimo anniversario di nozze e il Pontefice gli ha scritto una dolcissima dedica su un libro. 

 

Leggi anche > 8 marzo, Festa della donna: perché si festeggia in questo giorno? Storia, significato e curiosità

 

Lino Banfi a Oggi è un altro giorno

«Abbiamo chiacchierato molto e ho cercato di farlo sorridere», racconta prima di mostrare la dedica con su scritto "Al mio amico nonno d'Italia per il bene che fa, per l'anniversario del suo matrimonio e perché continui a pregare...". «Mi ha messo a mio agio - continua - e ha cominciato a ridere quando gli ho detto "Non capisco perché si chiamano bellici perché sono bruttici"».

 

Lino Banfi a Oggi è un altro giorno

Poi, continuando a descrivere l'incontro: «Ho avuto un premio alla carriera incredibile. Ho chiesto di essere amici e lui ha detto "lei lo è già amico". Il Papa ha detto che faccio bene all'umanità e questo ti spiazza, dici "io non posso non voler bene a questa persona"». Non solo sorrisi, ma anche commozione quando si è parlato della moglie malata di Alzheimer: «Quando abbiamo chiacchierato di mia moglie ha cambiato faccia. Abbiamo fatto 60 anni di matrimonio e mia moglie mi aveva detto "Visto che vai dal Papa, che è più vicino a Gesù, pregalo se ci fa morire insieme". Si è quasi commosso e mi ha detto "Mi sarebbe piaciuto tanto poterlo fare, ma voi dovete vivere a lungo"». Sulla moglie spiega: «Si continua sempre con piccoli passi. Io la faccio ridere, ma anche lei. Mi ha sempre detto che a un certo punto della malattia non riconoscerà neanche me e a volte mi fa gli scherzi. Avrà imparato a recitare». 


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Marzo 2022, 20:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA