Liana Orfei, la confessione a Oggi è un altro giorno: «Con mia cugina Moira c'è sempre stata conflittualità»

Liana Orfei, la confessione a Oggi è un altro giorno: «Con mia cugina Moira c'è sempre stata conflittualità»

Liana Orfei è la prima ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno. Figlia di Paride Orfei, è la sorella del domatore Nando e del lanciatore di coltelli Rinaldo. Scelse di fare la trapezista perché era un suo sogno nel cassetto ma confessa: Ho sempre sofferto di vertigini, ero una trapezista anomala». Oggi si racconta in un libro dove svela anche il fascino dietro la sua famiglia circense. 

 

Leggi anche > Giuliana De Sio e Alessandro Haber ospiti a Oggi è un altro giorno. Serena Bortone sbotta: «Tu le parli sempre sopra»

 

Ricordando la sua famiglia spiega che i fratelli erano spesso in conflitto tra loro, tutti e due avevano sempre lavorato nel circo e volevano sempre lavorare nel circo. Lei invece nella sua vita scelse di fare l'attrice. Tra i vari episodi ricorda il bacio più lungo della storia del cinema avuto con Mastroianni: «Feci una brutta figura perché i giornalisti insistevano molto e io per mettere a tacere questo vociare risposi che baciare un grande attore sulla scena era come baciarlo su un cartellone. I giornali titolarono che baciare Mastroianni per me era stato come baciare un cartone. Non l'ho mai più sentito», conclude tra le risae. 

 

In giovane età Liana ha sposato il giocoliere Angelo Piccinelli, che ha seguito nei suoi spettacoli in giro per il mondo. Piccinelli si è esibito davanti a Winston Churchill, al re Edoardo VIII, Grace Kelly, Maria Callas. Nella sezione "Davanti allo specchio" si commuove davanti al video della figlia e del marito che la salutano: «Non dovevi farmelo Serena, questa è l'unica cosa che conta veramente nella figlia».

 

Poi parla dei rapporti con la cugina Moira, con la quale c'è sempre stata conflittualità: «Da piccola ci volevamo tanto bene, poi quando ho iniziato a fare cinema, nello stesso periodo in cui ha iniziato lei, sono iniziati anche gli screzi. Lei non c'è più quindi non posso dire cose brutte di lei perché non può rispondere», spiega e aggiunge: «Io non sono mai stata realmente arrabbiata con lei, in vecchiaia ci siamo riconciliate e dopo un anno è morta». Poi conclude: «L'ho perdonata comunque, io perdono, ma non dimetico».

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Settembre 2021, 23:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA