Levante parla di Diodato a Domenica In: «Finalmente si sono accorti di lui»

Levante parla di Diodato a Domenica In: «Finalmente si sono accorti di lui». «Sono felicissima che Antonio abbia vinto, perché lo conosco e se lo merita», così Levante - ospite di Domenica In - risponde alle domande su Diodato vincitore di Sanremo. L'artista siciliana, intervistata da Mara Venier, parla anche della sua vita e del rapporto con la musica. E la chiacchierata inizia con uno specchietto in mano: «Lo specchio è sempre stato un luogo, non solo un oggetto. Davanti allo specchio ho vinto premi, persino Sanremo».

Leggi anche > Bugo a Domenica In: «Morgan dice che sono ricco, ma io avrei preferito avere un amico». Poi Mara sbotta con la sorella di Castoldi

«Un po' tutti ci abbiamo provato davanti allo specchio, fatto discorsi e riflessioni. Anche gli altri sono il nostro specchio, che sono più onesti», aggiunge Levante. Poi un retroscena sulla settimana scorsa riportato dalla conduttrice: «Mi hai fatto una telefonata molto carina. Sei stata l'unica dei cantanti che non si sono presentati a Domenica In dopo il Festival che mi ha telefonato. Sono rimasta sorpresa, è un fatto di educazione».

«Ero sentita, provata, non me la sentivo - precisa - Sono stata onesta, io non vedevo l'ora di venire, quando sono arrivata in teatro non mi sentivo benissimo. Ho fatto le otto del mattino e la settimana era stata impegnativa». Sul rapporto con la sua arte e i fan: «Io do tanto amore, ma quando ho iniziato a fare musica l'ho fatto per una questione di solitudine. Credevo di non essere capita, era il mio rifugio. Quando poi questa musica è arrivata a tanti, ho capito che non ero più sola».

Levante ha dovuto attraversare momenti difficili quando era piccola: «Papà è mancato quando avevo nove anni e a un certo punto ci siamo trasferite con la mamma a Torino. Avevo 14 anni. Lì c'erano modi diversi di vivere la vita. Torino per me era la grande metropoli, ma mi sono subito adattata».

Infine, Levante ha parlato di Diodato, a cui è stata legata tre anni: «Io sono felicissima che Antonio abbia vinto, perché lo conosco e se lo merita. Credo che sia una delle voci più belle in Italia, canta così da sempre e finalmente l'Italia intera si è accorta di lui e lo ha applaudito»
Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Febbraio 2020, 17:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA