Ivan Cottini, il ballerino con la Sla, ospite d'onore di Ballando: «La disabilità è una sfida per approdare alle stelle»
di Valentina Conti

Ivan Cottini, il ballerino con la Sla, ospite d'onore di Ballando: «La disabilità è una sfida per approdare alle stelle»

«Più in alto di così non potevo arrivare. A dimostrazione che la disabilità non è un limite, ma una sfida quotidiana per approdare alle stelle». Non è nella pelle Ivan Cottini, 35enne modello e papà-ballerino, meglio noto come il primo malato al mondo di sclerosi multipla (nella sua forma più aggressiva) a ballare.
 
 

Leggo, lo scorso novembre, raccontò la sua storia attraverso i fantastici scatti del calendario realizzato al fianco della figlia Viola di due anni e mezzo. La sua testimonianza ha emozionato e incuriosito anche il mondo dei vip, approdando qualche giorno fa a Mediaset, nella puntata evento di Verissimo Speciale Amici. E ora si bissa. In Rai.

Perché Milly Carlucci, padrona di casa, e Carolyn Smith, presidente di giuria, non hanno resistito. Hanno voluto fortemente Ivan Cottini, nelle vesti di Ballerino per una notte, alla finale di Ballando con le Stelle, anticipata a venerdì 31. Sarà proprio lui la sorpresa del “the end” del travolgente programma di Rai1. Ballerà nuovamente Ivan, ci metterà l’anima, ancora una volta, dimostrando a tutta Italia che scavalcare le barriere non è fantascienza. Si esibirà insieme alla sua compagna di danza, Bianca Maria Berardi

«Spero sia uno stimolo ulteriore per i tanti malati e disabili che rimangono seduti e vivono nella negazione», spiega Ivan con naturalezza. «Perché – prosegue - si può essere protagonisti della propria vita anche da disabili». Le sue prove hanno già entusiasmato lo studio. La sera di venerdì 31 brillerà davanti ai nostri schermi. E sarà un nuovo sogno.
Mercoledì 22 Maggio 2019, 06:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA