Iconize confessa tutto a Live: «Mi vergogno di aver finto», Barbara D'Urso lo perdona, i social no
di Ida Di Grazia

Iconize, la confessione a Live: «Mi vergogno di aver finto», Barbara D'Urso lo perdona, i social no

Iconize confessa tutto a Live: «Mi vergogno di aver finto», Barbara D'Urso lo perdona, i social no. L'influencer ospite domenica sera su canale per parlare della finta aggressione omofoba, racconta tutta la verità e chiede scusa sia al pubblico che alla padrona di casa.

Leggi anche > Fabrizio Corona, la sua furia a Live: «Nina Moric è da manicomio». Barbara D’Urso costretta a chiudere il collegamento

«Iconize vuole chiedere scusa a me e al pubblico; siccome nella vita bisogna perdonare, voglio dare la possibilità ad Iconize di raccontare la sua verità» così Barbara D'Urso a Live non è la D'Urso accoglie l'influencer che ha finto un'aggressione omofoba.

Iconize è visibilmente emozionato: «Barbara io voglio chiedere scusa a te e al pubblico per aver usato la tua trasmissione, è una cosa gravissima, mi vergono di questa cosa, ti chiedo scusa anche per aver usato il tuo programma, sono davvero sentite le mie scuse, non sono giustificazioni».

La D'Urso vuole andare a fondo alla vicenda soprattutto perchè Iconize ha detto che dietro il suo gesto c'è dell'altro: «Avevo un ex ragazzo molto violento nei miei confronti, lui non riusciva ad amarmi, non si accettava e non accettava me, da lì ho subito delle violenze», La D'Urso dice di aver letto la chat di Iconize con questa persona in cui c'è anche una foto dell'influencer con il volto tumefatto.

La verità del livido in faccia: «Io vivevo un periodo bruttissimo, una sera ho bevuto tanto e prendevo anche dei farmaci perchè avevo un attacco di panico, ho iniziato a tirare pugni, a fami male e mi sono dato una porta in faccia. Il mattino dopo non mi ricordavo quasi niente, ma poi mi sono così vergognato di quello che ho fatto che ho cambiato la verità».

La D'Urso ascolta, non sembra credergli molto ma lo lascia parlare, su una cosa però non transige: «Tu lo sai che noi facciamo da anni battaglie per i diritti degli omosessuali e per colpa di questo tuo gesto c'è chi ha strumentalizzato tutto dicendo "vedi che non esiste l'omofobia?"».

«È vero, vorrei chiedere scusa alla comunità LGBT di cui faccio parte, mi vergongo davvero tanto, Elettra Lamborghini in privato mi scrive e mi sta vicino, anzi lei mi ha consigliato per iniziare un percorso con dei professionisti. Io sto ricevendo messaggi pesanti da tutti anche dalla comunità LGBT, ora più che chiedere scusa non so che fare, Barbara aiutami anche tu».

La D'Urso accetta le scuse, i social no, continuano a non credere a Iconize e pensano che la sua ospitata sia solo un'operazione di facciata per ripulirsi l'immagine.

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Ottobre 2020, 01:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA