Gli Homo Sapiens a Oggi è un altro giorno, il retroscena: «Quando mi strappai i capelli»

Gli Homo Sapiens a Oggi è un altro giorno, il retroscena: «Quando mi strappai i capelli»

La band che ha trionfato a Sanremo con "Bella da morire" si racconta da Serena Bortone

Gli Homo Sapiens festeggiano mezzo secolo di carriera a Oggi è un altro giorno da Serena Bortone. La band toscana, che ha raggiunto il successo negli anni Settanta, ripercorre i momenti salienti e racconta alcuni aneddoti. Il trionfo con il brano "Bella da morire", che ha vinto il Festival di Sanremo 1977. 

 

Leggi anche > Ascolti 20 gennaio 2022, nelle mani di Doc Argentero ci sono 6,7 milioni di spettatori

 

Gli Homo Sapiens a Oggi è un altro giorno

Il gruppo è nato nel 1966 e inizialmente si chiamava “I Tarli”, ma nel 1971 i cantanti decisero di cambiare nome in “Homo Sapiens”. Un nome nato grazie ad un disco americano. Marzio Mazzanti, voce e basso elettrico degli Homo Sapiens, ha poi raccontato un retroscena avvenuto negli Usa: «Siamo in albergo, io dovevo prendere uno shampoo. A un certo punto si vedeva la Grande mela, abbiamo fatto un po’ di giri e ho trovato uno shampoo, ma non capivo nulla di inglese. Ho letto una targhettina con delle righettine nere, il codice a barre, ma pensavo fosse legato alla grossezza del capello. Per quello mi sono strappato un capello per misurarlo in base allo shampoo».

 

Gli Homo Sapiens a Oggi è un altro giorno

Il segreto di tanta grinta dopo questi anni lo svela poi Stefano Vincenti: «Fondamentalmente siamo sempre dei ragazzacci... Non dovete andare in palestra, venite ad ascoltare noi: sudate con noi». Tra una canzone e l’altra, gli Homo Sapiens hanno  risposto così ad una domanda posta dalla conduttrice: «Chi è il più saggio del gruppo? Bisogna fare pari o dispari, ce ne sono tanti». 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Gennaio 2022, 15:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA