Morto il giornalista Giangavino Sulas, il ricordo di Gianluigi Nuzzi di "Quarto Grado": «Te ne sei andato in punta di piedi»

Morto Giangavino Sulas, Gianluigi Nuzzi di "Quarto Grado" ricorda il giornalista: «Te ne sei andato in punta di piedi»

È morto nella notte all'età di 77 anni e a Bergamo Giangavino Sulas, il giornalista di cronaca nera ospite in tv, soprattutto nel programma "Quarto Grado". Da alcuni giorni era ricoverato nell' ospedale Humanitas di Bergamo.  Tra i casi che aveva trattato si annoverano quello di Yara Gambirasio, quello di Denise Pipitone e quello di Annamaria Franzoni, mentre ha partecipato a programmi come "Quarto Grado", "Pomeriggio Cinque", "Lombardia Nera" e "Iceberg".

 

Leggi anche > Nicola, a Storie Italiane il giornalista che lo ha salvato: «Ho visto come vivono, nel 2021 non me lo sarei aspettato»

 

A dare l'annuncio è stato Gianluigi Nuzzi, conduttore di "Quarto Grado": «Caro Giangavino te ne sei andato in punta dei piedi. Uomo gentile, cronista di altri tempi, senza mai rinunciare a esprimere le tue idee, talvolta in solitudine. Questo nostro mestiere significa anche ironia, autoironia sulla commedia della vita e tu ne sei maestro. E per questo non uso il verbo al passato perché le tue lezioni rimarranno sempre. Grazie».

 

 

 

Sull'account Facebook di "Quarto grado" si legge a corredo di uno scatto che lo mostra in studio: «Al nostro Sulas piaceva questa foto. C'era tutto lui. La passione per il confronto. Le carte di un processo tra le mani. La notizia prima di tutto come atto di rispetto per i suoi lettori e per i telespettatori di #Quartogrado. Se n'è andato di venerdì. Ci mancherà tantissimo. Ciao caro amico. Ciao Giangavino».

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Giugno 2021, 14:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA