Gaia Randazzo, il giallo a Chi l'ha visto?. Scomparsa sulla nave, l'ultimo messaggio e i video su TikTok: «Erano tutti ubriachi»

La procura di Palermo ha avanzato l'ipotesi della morte per suicidio, ma la famiglia della 20enne non crede a questa tesi

Gaia Randazzo, il giallo a Chi l'ha visto?. Scomparsa sulla nave, l'ultimo messaggio e i video su TikTok: «Erano tutti ubriachi»

Gaia Randazzo è scomparsa nella notte tra il 10 e l'11 novembre mentre, insieme al fratello, viaggiava su un traghetto GNV Genova-Palermo per raggiungere la nonna e i parenti in Sicilia. Quello della ventenne resta un giallo per cui la procura di Palermo ha avanzato l'ipotesi di suicidio, ma la madre di Gaia, intervenuta mercoledì sera a Chi l'ha visto? non avvalora questa tesi: «Aveva tanti progetti, voleva prendere la patente e stava preparando il cv per trovare lavoro. Una persona disperata non ha neanche fame. Se ci fosse stato qualcosa di strano ce ne saremmo accorti, non ha mai dato segni di squilibrio».

Gaia Randazzo scomparsa sul traghetto: le analisi del cellulare confermeranno il suicidio?

Riccardo Faggin, morto a 26 anni in un incidente dopo la bugia sulla laurea. Il dolore del papà: «La responsabilità me la sento addosso»

Il viaggio Genova-Palermo

 

Secondo gli inquirenti, Gaia potrebbe essersi gettata in mare dal ponte 6 della nave, dove il fratello ha ritrovato la sua felpa e ha aspettato invano che la ragazza tornasse. La stessa felpa che ha indossato durante il collegamento con Federica Sciarelli la mamma Angela, che ha ricostruito quanto accaduto nella giornata del 10 novembre. «Gaia era tanto tempo che non andava giù per problemi nostri - spiega la madre - . Non riuscivamo ad andare a trovare mia mamma che non sta molto bene. Così lei e il fratello hanno deciso di andarci. Le ha comprate dei regali per Natale. A Genova sono arrivati verso le 15.30 del pomeriggio. Avevano tempo prima dell’imbarco, avevano pensato di andare all’acquario. Poi, lei mi ha mandato un messaggio, con le foto delle poltrone che erano tate assegnate a loro e dopo l'imbarco mi sono tranquillizzata». Gaia ha passato quelle ore insieme al fratellino di 15 anni, che ha raccontato di come la ragazza avesse accusato una leggera nausea durante il viaggio. È stato lui a lanciare l'allarme che ha fatto scattare le ricerche dopo averla cercata invano per tutta la notte sia all'interno che all'esterno della nave. Poi ha inviato un messaggio alla madre in cui le chiedeva scusa. Scusa per non aver badato alla sorella.

Anzio, incidente nella notte: morte due ventenni nello schianto della loro auto contro un albero

Il video su TikTok

 

Nella ricostruzione effettuata a Chi l'ha visto? sono stati trasmessi anche dei video pubblicati da un camionista su TikTok. Nelle immagini si vedono i controlli effettuati una volta che la nave ha raggiunto il porto di Palermo per cercare Gaia all'interno dei mezzi che stavano lasciando la Superba. «C'era un caos terribile, tanti erano ubriachi», ha detto l'uomo rintracciato dalla redazione e intervenuto telefonicamente. Ora la richiesta della famiglia della giovane è che si possano aggiungere altre testimonianze dei viaggiatori che quella notte avrebbero potuto vedere qualcosa, dettagli che all'apparenza potrebbero sembrare banali ma che potrebbero fare la differenza per ricostruire il giallo della scomparsa di Gaia.

L'ultimo messaggio

 

A supportare l'ipotesi del suicidio sulla quale lavorano gli inquirenti, anche un messaggio trovato nel telefono della giovane. Inviato all'ex fidanzato, non è mai arrivato a destinazione, probabilmente per mancanza di linea. «Ti amo, addio», aveva digitato Gaia. Ma anche il ragazzo non crede che la 20enne possa essersi tolta la vita: la loro relazione era durata appena tre mesi ed era stata proprio lei a porle fine, appena quattro giorni prima di imbarcarsi. 

 

Le telecamere

L'avvocato della famiglia, Aldo Ruffino, ha spiegato che a più di due settimane dalla scomparsa di Gaia si sa ben poco: al momento non si sa né quante fossero le telecamere a circuito chiuso sulla nave né se fossero funzionanti. 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Dicembre 2022, 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA