Fiorello torna in Rai, ma è giallo sulla firma del contratto
di Marco Castoro

Fiorello torna in Rai, ma è giallo sulla firma del contratto

La Rai alza il sipario ma dietro le quinte non si fa altro che parlare di Fiorello. Il contratto con lo showman non è stato ancora firmato. Ecco perché non si parla in maniera dettagliata della striscia su Raiuno, il vero Fiorello all'occhiello dell'accordo con Rosario, che dovrebbe contenere cinque accessi, almeno secondo quanto ha fatto intendere l'Ad Salini. Di sicuro per ora c'è RaiPlay che lo showman ha ribattezzato scherzosamente in un video «la piattaforma che vede solo Salini».

Palinsesti Rai, nuovi show per Mara Venier, Ruggeri e D'Alessio. Fazio trasloca, Clerici out

Fiorello a parte, la Rai riparte dai sovranisti, così definiti, da maligni e addetti ai lavori. A cominciare da Lorella Cuccarini, della quale, in verità, non è giusto ricordare soltanto le ultime uscite, bensì una carriera da prima ballerina. A lei è stato assegnato il pomeriggio. Condurrà La Vita in Diretta con Alberto Matano, che ora secondo le malelingue è passato in quota Cinque stelle, dopo essere stato orfeiano di ferro. Quindi si potrebbe assistere a una Vita in diretta che unisca Salvini a Di Maio. Il vero problema semmai sarà il Pomeriggio Cinque di Barbara d'Urso, un competitor che da anni le suona a Rai1.

Massimo Giletti resta alla corte di Urbano Cairo e conferma la sua Arena su La7

Tuttavia a Viale Mazzini non esiste solo la politica, ci sono anche le situazioni difficili da capire. Un esempio? Antonella Clerici. È sotto contratto ma resta in panchina. Per ora non ha un programma suo. Siccome a Sanremo è molto amata, chissà che non finisca all'Ariston, magari in compagnia di Amadeus. Chi invece continuerà a lavorare la domenica, ma cambiando canale, è Fabio Fazio, che approda su Rai2 alla corte di Carlo Freccero, suo grande estimatore (al contrario di Teresa De Santis e Matteo Salvini). La sfida degli ascolti quest'anno sarà ancora più ardua perché la domenica è diventata la prima serata più agguerrita. Oltre al calcio che sarà su Sky, ci sono Live non è la d'Urso su Canale 5, la fiction su Rai1, e il fastidioso Massimo Giletti su La7. E Fazio non potrà contare più sul quel pubblico così affezionato alla rete ammiraglia da non usare mai il telecomando.
Mercoledì 10 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA