Diletta Leotta, il giornalista Paolo Bargiggia la offende sui social: «Per lavorare si veste da apericena. Balla anche sul cubo?»

Video

Di sicuro Diletta Leotta, la conduttrice di Dazn, attira l'attenzione. Anche quella di chi, come il giornalista Paolo Bargiggia, non apprezza il suo modo di vestire. E su Twitter, dopo l'ultima sfida di campionato tra Inter e Udinese, commenta: «A bordo campo di Inter - Udinese Diletta Leotta vestita come una che va a fare l'apericena al Papete. Questa è la Front Woman di @DAZN_IT, il broadcast che nel prossimo triennio ha i diritti della @SerieA. Ma ballano anche sui cubi?». Non un galantuomo, anche quello è sicuro. La Leotta non ha risposto, mentre è intervenuta direttamente Dazn.

 

 

La risposta di Dazn - «Ci spiace, ma forse non conosci bene DAZN. Diletta Leotta fa parte di una grande squadra di super professionisti. Continua a seguirci per apprezzare tutto il team di DAZN». Un intervento secco e, in questo caso, professionale. Meno compassati altri tweet degli utenti: «Al solito commenti offensivi gratuiti verso una donna e Diletta in particolare – scrive Carla –. Qui l'unico a cui manca professionalità è lei. Non a Diletta».

 

 

Scontro Mediaset e Dazn - Dietro l'attacco di Paolo Bargiggia c'è lo scontro tra Mediaset e Dazn per i diritti della Serie A. Per il prossimo triennio, infatti, saranno del broadcast inglese, che ha fatto fuori la concorrenza. Bargiggia ha lavorato in passato per Mediaset, proprio come commentatore sportivo. Il suo commento, dunque, cela una rivalità mai sopita tra le due emittenti televisive. 
 

 

Le accuse di razzismo - Tre anni fa, nel luglio del 2018, il giornalista sportivo Paolo Bargiggia lavorava a Mediaset. E dopo la finale dei Mondiali di calcio, vinta dalla Francia per 4-2 sulla Croazia, aveva twittato. La Francia è «una nazionale completamente autoctona, un popolo di 4 milioni di abitanti, identitario, fiero e sovranista: la #Croazia, contro un melting pop di razze e religioni, dove il concetto di nazione e Patria è piuttosto relativo: la #Francia. #iostoconlacroazia». Da qui Tgcom24.it e Sportmediaset.it si erano dissociate «dalle affermazioni dal tenore e dal contenuto razzista pubblicate da Paolo Bargiggia sul suo account personale di Twitter, in particolare quelle legate alla finale mondiale tra Francia e Croazia».


Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Maggio 2021, 17:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA