Di Diaco tutto si può dire meno che non abbia i numeri
di Marco Castoro

Di Diaco tutto si può dire meno che non abbia i numeri

I numeri. Contano solo i numeri. Ce lo siamo sentiti dire continuamente durante tutti i nostri percorsi. A scuola e all’Università in quante occasioni un voto basso e ingiusto ha finito per condizionare un esame preparato bene ma segnato dal giudizio. Oppure nel calcio. Conta il risultato finale, pure se hai giocato molto meglio dell’avversario, ti hanno negato due rigori e hai colpito tre pali. Hai perso. A Pierluigi Diaco su Rai1 sta capitando l’opposto. Per lui – solo per lui – i numeri improvvisamente hanno smesso di contare. Prima delle cifre c’è la gogna. Ogni sua parola, ogni suo gesto, qualcuno (lo ammetterà pure lui) spesso troppo passionale, vengono interpretati in maniera faziosa.
In pratica Diaco è diventato un bersaglio da colpire. Una volta per il cane, un’altra volta per qualche battuta che scappa in trasmissione: morale della favola non gli si perdona più nulla.
Eppure Diaco i numeri ce li ha. Eccome se ce li ha. A parte la sua trasmissione del mattino su Rtl ascoltata da milioni di persone ci sono quelli di Io e Te su Rai1. È pur vero che uno share intorno al 10% a prima vista faccia saltare dalla sedia i vertici di Viale Mazzini, perché altri programmi del daytime della rete ammiraglia registrano il 12-13%. Ma sbaglia chi non considera due fattori: la media degli spettatori che vedono Io e Te e la concorrenza di Canale 5 che nel primo pomeriggio è devastante. Una vera macchina da guerra. Perché anche se ora non c’è Maria De Filippi, Diaco si trova contro tutte le soap che vanno per la maggiore, da Beautiful a Una Vita. Episodi che registrano medie di 2,6 milioni circa con più del 18% di share. La media spettatori che guarda Io e Te è circa 1,3 milioni. Mentre Unomattina Estate è vista da 700 mila persone (16% di share), così come C’è Tempo per… (13-14%), La Vita in diretta estate fa meno spettatori di Diaco ma uno share superiore del 13,6%, anche approfittando del fatto che non ci sia più Barbara d’Urso su Canale 5. Io e Te come spettatori supera pure la tanto osannata serie Il Paradiso delle Signore che non arriva al milione (bisogna dire però che si tratta di episodi in replica).
Comunque a Diaco si può dire tutto, meno che non abbia i numeri.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Luglio 2020, 19:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA