Denise Pipitone, a "Storie Italiane" il mistero dell'intercettazione: «Vai a prendere Denise e portala fuori»

Denise Pipitone, a "Storie Italiane" il mistero dell'intercettazione: «Vai a prendere Denise e portala fuori»

A "Storie Italiane" si torna a parlare di Denise Pipitone commentando un'intercettazione ambientale contenuta nel fascicolo. «Vai a prendere Denise», si sente nell'audio. A 17 anni dalla scomparsa della figlia di Piera Maggio a Mazara del Vallo si percepisce qualcosa nell'aria. La riapertura del caso ha portato a nuove segnalazioni e anche a una lettera anonima. Dalle persone coinvolte l'appello a collaborare, mentre i riflettori vengono puntati anche su altri membri della famiglia allargata. 

 

Leggi anche > Ciro Grillo, le chat con gli amici dopo il presunto stupro: «3 vs 1 stanotte. C'era il cameraman...Ho 4 video facili»

 

Denise Pipitone, la misteriosa intercettazione a Storie Italiane

La dottoressa Maria Angioni, che in passato si è occupata della scomparsa della bambina, aveva parlato del coinvolgimento di due gruppi di persone definendole "sentinelle" e della presenza sulla scena del crimine di personaggi della famiglia allargata. Ci sarebbe un certo Peppe al centro di questa vicenda, mentre l'intercettazione sarebbe stata presa vicino al motorino di Jessica Pulizzi, la sorellastra della piccola. «Vai a prendere Denise», si sente dire. «Dove la devo portare?», la risposta dell'altra persona. E ancora: «Fuori».

 

Denise Pipitone, la misteriosa intercettazione a Storie Italiane

«Una di queste voci corrispondeva al 60% a un altro familiare», le parole di Maria Angioni. L'ex procuratore Di Pisa in diretta spiega che da un accertamento risultò che c'erano altre Denise e che non c’era la sicurezza che queste parole si riferissero alla bambina. «Atteniamoci ai fatti», l'invito dell'ex procuratore.

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Maggio 2021, 16:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA