Dazn a tutto campo: niente più esclusiva con Timvision. La app su Sky: ora si può

Dazn a tutto campo: niente più esclusiva con Timvision. La app su Sky: ora si può

di Marco Castoro

Il prossimo campionato di Serie A sarà il secondo del triennale che assegna i diritti di tutte le partite a Dazn per la cifra di 840 milioni a stagione. Ma dopo il primo anno non ci sarà più la partnership esclusiva con Tim che per avere tutte le gare trasmesse solo sul decoder TimVision ha sborsato nella casse di Dazn 340 milioni (410 se si sommano tutti gli altri diritti vari, come riporta Il Sole 24 Ore).
La rinuncia all’esclusiva di Tim (con la boccata d’ossigeno vitale per il cassiere che usufruirà di uno sconto di 90-100 milioni l’anno) consentirà a Dazn di trattare con eventuali altri partner. A cominciare da Sky che al momento possiede i diritti di tre gare per ogni turno della Serie A in co-esclusiva con Dazn che invece possiede l’intero pacchetto. Sky ha anche i diritti della Serie B, la Premier, la Bundesliga e la Ligue1, nonché le coppe europee. Potrebbe essere quindi il decoder SkyQ a ospitare la app di Dazn che permetta di vedere le partite e completare un bouquet calcistico di prim’ordine. Ovviamente per guardare tutta la Serie A sul decoder di SkyQ, oltre che a Sky, è fondamentale essere abbonati e avere le credenziali in regola con Dazn.

Se ci sarà l’accordo tra Sky e Dazn ovviamente ci saranno anche dei soldi da sborsare. Per avere l’app sul proprio decoder Sky dovrebbe offrire 70 milioni. Ma non essendoci più esclusive, Dazn potrebbe avere altri partner (Vodafone, ad esempio) e ottenere nuove entrate che servono come il pane dopo una prima stagione alquanto impegnativa e soprattutto dispendiosa. Al punto che a Dazn già dopo il primo anno sono stati costretti a rivedere il piano business, ritoccando i prezzi dell’abbonamento perché gestire la Serie A e i suoi costi non è impresa facile. Inoltre Dazn ha potenziato il Customer Care introducendo il servizio clienti - telefonico e su WhatsApp - per garantire agli abbonati un’assistenza puntuale e capillare.
Nella trattativa con Sky si potrebbe trovare un accordo anche sugli highlight per accorciare i tempi della messa in onda. Se ci sarà il nullaosta tra le parti in campo la Lega Calcio potrebbe rivedere il bando.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Agosto 2022, 12:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA