Rai 2, Freccero scatenato: «Fuori Costantino Della Gherardesca. Sì alla Ventura, ma non abbiamo gli studi»

di Ida Di Grazia
La conferenza stampa di Carlo Freccero, nuovo direttore di Rai 2, che si è tenuta questa mattina in Viale Mazzini ha avuto un grande successo. Il neo direttore, ha parlato a ruota libera e senza filtri per la gioia dei numerosi giornalisti presenti, la dichiarazione più attesa? Quella dedicata a Simona Ventura: «Simona Ventura è la numero uno, ma The Voice si farà se si trova uno studio, altrimenti no». Freccero fa chiarezza anche sul budget e annuncia l'addio a Costantino Della Gherardesca ma conferma la nuova edizione di Pechino Express.

Detto Fatto e I fatti Vostri a rischio chiusura, Carlo Freccero: «Sono programmi da Rai 1»
The Voice Italy 1 milione a puntata? Arriva Simona Ventura e scoppia la polemica


"Sigillo papale" dunque sul ritorno di Simona Ventura in Rai e alla conduzione del talent "The Voice of Italy", con un grande ma che spariglia le carte: «Io arrivo a stagione inoltrata -  ha detto Freccero in conferenza - quando il piano di produzione è già stato fatto, The Voice ha la disponibilità degli studi interni solo a partire da metà marzo dopo la fine de I soliti ignoti, per farlo in studi esterni ci vorrebbero molti più soldi. Io non li ho e non li posso spendere, è questo l'unico problema che ho. Il programma si farà se si trovo uno studio, altrimenti no». A margine della conferenza, però Freccero ha "aggiustato" il colpo confermando che farà di tutto per avere gli studi e andare in onda.
Il direttore di Rai 2 torna poi sulle polemiche di questi giorni a proposito dei costi del talent: «Nessun milione di euro, il costo di produzione di un programma è di 400mila euro, non posso superare questo tetto».
Una dichiarazione forte che fa storcere un po' il naso, perchè la Ventura non si muoverebbe mai senza certezze. Bomba sganciata anche su Costantino della Gherardesca: «Non ho rinnovato il contratto in esclusiva a Costantino della Gherardesca perchè non posso farlo. Ma Pechino Express si farà. Sto cercando di capire come prolungarlo. Qui in Rai penso durerò dieci o undici mesi, sono come De Mita durante il governo Craxi negli anni '80; devo fare dei contratti ad hoc  e valutare programma per programma, di una cosa però sono certo, per i talent Simona Ventura la numero uno. Ora mi piace ancora di più, perchè ha cambiato la sua cifra stilistica, è più buona, come una zia». 
Giovedì 3 Gennaio 2019, 16:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA